Juventus, mercato in emergenza: Allegri ha una paura

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:57

Ore caldissime di mercato per la Juventus, situazione d’emergenza dopo gli stop di Pogba e Di Maria: Allegri ha bisogno di rinforzi e trema

E’ già un momento piuttosto delicato per la stagione della Juventus, alle prese con difficoltà impreviste. Sul campo, i bianconeri sono partiti, al debutto ufficiale, con il piede giusto, con il 3-0 contro il Sassuolo che ha fornito risposte incoraggianti per Allegri e allontanato i mormorii del pre-campionato, dopo le sconfitte con Real Madrid e Atletico Madrid che avevano fatto sorgere dei campanelli d’allarme. Ma il tecnico livornese, allo stato attuale, non può sorridere.

Juventus, mercato in emergenza: Allegri ha una paura
Massimiliano Allegri © LaPresse

Se già in precedenza, l’allenatore attendeva ulteriori rinforzi per la sua rosa, sì migliorata dagli acquisti effettuati sul mercato – Pogba, Di Maria, Bremer, Kostic – ma ancora incompleta, la situazione in queste ore impone una nuova accelerazione, da imprimere quanto prima. Difficoltà inattese, che potrebbero mettere la società piemontese di fatto già di fronte a una prima svolta. Gli stop per infortunio dei primi due acquisti da un certo punto di vista rimettono spalle al muro l’ambiente bianconero, con diversi rebus da sciogliere. Facciamo il punto sull’emergenza di mercato in casa Juventus dettata dall’infortunio di Di Maria, che fa seguito a quello di Pogba e non fa dormire sonni tranquilli ad Allegri.

Dopo Pogba anche Di Maria ai box: Juventus, corsa ai ripari immediata in attacco

Juventus, mercato in emergenza: Allegri ha una paura
Angel Di Maria © LaPresse

Il debutto in maglia Juventus di Angel Di Maria non avrebbe potuto essere più brillante, con un gol e un assist. Ma i sorrisi si sono tramutati in preoccupazione prima e in ansia poi. L’uscita dal campo per infortunio ha rivelato, in seguito agli esami medici svolti ieri mattina, una lesione di basso grado dell’adduttore sinistro, da rivalutare tra dieci giorni. Come raccontato da Calciomercato.it, Di Maria salterà certamente i match con Sampdoria, Roma e Spezia ed è a rischio anche per la gara con la Fiorentina e per il debutto in Champions. Motivo per il quale, nel reparto avanzato, è emergenza vera nell’immediato. Il nome che era stato già individuato per rinforzare l’attacco è quello di Memphis Depay. Sulla situazione legata all’attaccante olandese, la redazione di Calciomercato.it vi ha raccontato che l’ostacolo che separa Depay dalla Juventus è quello della rescissione del contratto con il Barcellona. E’ questa l’ipotesi che si sta battendo tra le parti, mentre la Juventus avrebbe già trovato l’accordo economico con Depay. Ballano un paio di milioni di euro di spettanze che l’entourage dell’attaccante reclama dai catalani, ed è già corsa contro il tempo. Allegri spera di avere il giocatore a disposizione per il match contro la Sampdoria, di lunedì prossimo, ma deve ragionare anche sull’eventualità che non accada. La Juventus potrebbe così bloccare una eventuale partenza di Moise Kean agli ultimi giorni di mercato. Scenari tutti da monitorare, e non è finita qui, perché ci sono nodi da sciogliere anche altrove.

Juventus, centrocampo in stallo: Rabiot (per ora) blocca tutto, gli scenari

Juventus, mercato in emergenza: Allegri ha una paura
Adrien Rabiot © LaPresse

Lo stop della trattativa per il passaggio di Rabiot al Manchester United ha di fatto bloccato il mercato della Juventus a centrocampo. Serve l’addio di almeno uno tra il francese e Arthur per dare il via libera all’arrivo di Paredes dal Psg. Accordo non ancora concluso tra i bianconeri e i francesi, ma c’è fiducia sulla possibilità di trovare l’intesa sulla formula del prestito, che balla tra diritto e obbligo di riscatto. Prima, però, vanno sbloccati i discorsi in uscita. L’innesto di un regista gradito ad Allegri era già fondamentale prima dello stop di Pogba, figurarsi adesso. La Juventus sta mettendo in moto le diplomazie per trovare una soluzione, e per riannodare i fili dei discorsi con il Manchester United per Rabiot, e per trovare una sponda, sempre in Inghilterra, per Arthur.