TV PLAY | Annuncio Juve, addio immediato: “Incompatibile con Vlahovic”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:51

La Juventus è costretta a modificare le proprie strategie sul mercato per andare incontro alle caratteristiche di Dusan Vlahovic 

Con due esterni come Angel Di Maria e Filip Kostic, oltre ad aumentare il livello di qualità e pericolosità del proprio reparto avanzato, la Juventus ha soprattutto regalato a Massimiliano Allegri due fuoriclasse degli assist.

Calciomercato Juve, si allontana Icardi: "Non è il caso"
Stefano Lanzo in diretta su TV Play

Una buona notizia soprattutto per Dusan Vlahovic, sempre più responsabilizzato come principale terminale offensivo dei bianconeri. Una Juventus che, a proposito dell’esterno serbo, potrebbe adesso pensare ad un modulo alternativo, come spiegato dal giornalista di ‘Tuttosport’ Stefano LanzoCalciomercato.it in onda su TvPlay: “Le opzioni sono due, una è che la Juventus abbia già il sostituto pronto, qualcuno parla di Emerson Palmieri ma non mi sembra percorribile”.

“La seconda alternativa è che con l’infortunio di Pogba si cambi qualcosa a livello tattico, questo è quanto emerso da alcuni incontri tra società e Allegri. Passare quindi a qualcosa di più simile a un 3-5-2, il che porterebbe ad avere una difesa con Danilo, Bonucci e Bremer, con già due alternative, sarebbero già pronte le fasce anche, con Kostic che andrebbe a colmare il vuoto sulla sinistra lasciato da Pellegrini, affiancato ad Alex Sandro. A quel punto lì ci sarebbe la possibilità di vedere Di Maria molto libero di svariare, come fatto contro l’Atletico Madrid, giocando sotto punta non lontano da Vlahovic, per dettare l’ultimo passaggio. Magari così arriverebbe qualche segnale in più magari da un Vlahovic che, per tanti motivi non solo colpe sue, è stato abbastanza spento in precampionato”.

Calciomercato Juve, si allontana Icardi: “Non è il caso”

Calciomercato Juve, si allontana Icardi: "Non è il caso"
Mauro Icardi ©LaPresse

Tornando a parlare di attaccanti, Lanzo ha riepilogato la trattativa tra la Juventus e Depay: “La Juventus sta lavorando da tempo a queste opportunità, ma servono alcuni incastri. Depay è valutato come un’opportunità, ma deve liberarsi da un Barcellona che ha una situazione complesso a livello societario. Si lavora però su questa squadra, avere Depay a 0 per poi organizzarsi a livello di ingaggio, il decreto crescita aiuterebbe in questo senso ma servirà un contratto biennale. C’è anche l’opportunità Martial, ma in casa Manchester United bisognerà vedere cosa farà Cristiano Ronaldo, perché anche alla Juventus se ne andò all’ultimo. Perdere anche Martial metterebbe Ten Hag in difficoltà”.

Non scalda per ragioni tattiche, invece, il nome di Icardi in uscita dal Psg: “Il mercato va fatto in base alle trattative che ci sono e non in base alle sensazioni, questa è la premessa. La domanda che mi farei se fossi la Juventus o Allegri è se sia il caso di mettermi in casa uno come Icardi. Un ottimo giocatore, c’è un Mondiale alle porte per lui. Se il discorso per Depay è che può giocare anche con Vlahovic con Icardi non ci sarebbe però compatibilità, sarebbe una riserva ingombrante e che si porta dietro tutta una serie di cose secondarie. L’ultimo dei problemi è un accordo con il PSG, più che altro è valutare un inserimento dal punto di vista tecnico e mentale di uno come Icardi. Su Vlahovic l’investimento fatto è importante. Kean ha fatto un’altra uscita a vuoto e nei suoi confronti invece il gradimento è in calo, la Juventus attualmente però non fa trapelare possibilità di addio, però nel mercato bisogna sempre tenersi una porta aperta, discorso che vale anche per Icardi, ma mi sembra una pista difficile da percorrere, si stanno cercando profili un po’ più versatili, come Morata o Muriel“.

Calciomercato Juve, il punto su Arthur e Rabiot

Calciomercato Juve, si allontana Icardi: "Non è il caso"
Arthur ©LaPresse

In merito alla trattativa tra Valencia e Arthur che fatica a decollare per ragioni economiche, Lanzo ha spiegato: “Lo stipendio di Arthur è di prima fascia, non tutti possono permetterselo, il Valencia fatica ad arrivare anche alla metà dell’ingaggio. Dunque, la Juventus aspetta di vedere se si sblocca qualcosa a fine mercato, certe occasioni si creano negli ultimi giorni di agosto”.

Ingaggio faraonico che sta rallentando anche l’approdo di Rabiot al Manchester United: “Ci aspettiamo nelle prossime ore un contatto diretto tra la mamma agente di Rabiot e lo United, abbiamo già raccontato il contatto telefonico tra Ten Hag e il calciatore, con l’ok della Juventus. La trattativa è partita da lì. Da quanto trapela però le richieste sono di un ingaggio superiore a quanto prende alla Juventus, con anche garanzie tecniche. Dal punto di vista delle due società l’intenzione è di chiudere, si tratta di una plusvalenza in qualunque caso; quindi, sarebbe una bella voce nel capitolo entrate”.

Infine, Lanzo ha ‘quasi’ escluso un ritorno eccellente a Torino: “Direi che una percentuale su Cristiano Ronaldo alla Juventus rasenta lo 0, anche se, ripeto, nel mercato nulla è impossibile”.