Napoli, furia contro De Laurentiis: “Inaccettabile”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:16

Napoli, è ormai guerra aperta nei confronti di De Laurentiis per le sue dichiarazioni: “Inaccettabile”

Una vera e propria battaglia quella che il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, è riuscito a scatenare contro la Caf, la Federazione Calcistica Africana. Le parole del presidente azzurro pronunciate negli scorsi giorni sulla Coppa d’Africa hanno fatto molto rumore, scatenando nelle ultime ore anche l’ira della federazione, che ha deciso di reclamare con un duro comunicato.

Caf contro De Laurentiis
De Laurentiis ©LaPresse

Una presa di posizione forte quella del numero uno partenopeo, che si può riassumere con queste parole: “Basta giocatori africani se non rinunciano a giocare la Coppa d’Africa. Noi paghiamo gli stipendi per mandarli in giro a giocare per gli altri”. Parole che appunto non sono piaciute alla Caf, che ha voluto diramare un comunicato contro De Laurentiis, replicando e scatenando una vera e propria battaglia.

Caf contro De Laurentiis: “La Uefa avvii un’indagine”

Questo il comunicato diramato dalla federazione: “La Caf è sconvolta dalle affermazioni irresponsabili e inaccettabili del presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, sui giocatori africani e la Coppa d’Africa. Dichiarando pubblicamente che i giocatori che firmano per il Napoli devono firmare una rinuncia alla partecipazione alla Coppa d’Africa come condizione per l’impiego, De Laurentiis potrebbe aver violato l’articolo 14 del Regolamento Disciplinare Uefa. La Caf chiede dunque alla Uefa di avviare una indagine disciplinare nei suoi confronti”.

Osimhen
Osimhen ©LaPresse

“La Caf pone tutto il suo impegno nel ruolo che il calcio gioca sul fronte dell’integrazione in tutto il mondo, unendo varie culture, lingue, razze e religioni. Non abbiamo dubbi sul fatto che il Napoli e la Uefa siano impegnati quanto lo è la Caf per questi obiettivi umanitari globali. Dobbiamo presumere che il presidente del Napoli includerà condizioni restrittive simili anche per i giocatori del Sud America, dell’Asia e di altre confederazioni, vietando loro di giocare nelle competizioni continentali che sono importanti per lo sviluppo e la crescita del calcio a livello globale? La Coppa d’Africa è la competizione di punta del continente africano e una delle principali competizioni calcistiche mondiali. La sua ultima edizione in Camerun è stata trasmessa in più di 160 paesi e ha attirato più di 600 milioni di telespettatori”.