Non vuole tornare alla Juventus: nuova grana per Allegri

Non solo grandi colpi di calciomercato per la Juventus in questa sessione, il club bianconero dovrà infatti salutare qualche pedina

Dopo aver accolto in poche settimane campioni del calibro di Paul Pogba, Angel Di Maria e Gleison Bremer, Massimiliano Allegri questa mattina in conferenza stampa si è detto più che soddisfatto per il grande lavoro svolto dalla dirigenza bianconera sul mercato, ammettendo di dover necessariamente lottare per lo scudetto in vista del nuovo campionato.

Calciomercato Juventus, si complica il ritorno di Morata
Massimiliano Allegri ©LaPresse

Una rosa già più forte rispetto a quella che lo scorso anno non è riuscita a reggere per tutta la stagione il passo di Milan e Inter in testa alla classifica, ma che avrebbe ancora bisogno di un paio di innesti per allungare ulteriormente la panchina in vista di una stagione lunga ed inedita, intervallata dal Mondiale tra novembre e dicembre.

Il tecnico toscano, ad esempio, si aspetta almeno un colpo per reparto da qui a fine mercato. Dopo Bremer, infatti, la Juventus starebbe insidiando nuovamente l’Inter per Milenkovic. A centrocampo, invece, il nome caldo rimane quello di Paredes in uscita dal Psg. Infine in attacco servirebbe ancora un vice Vlahovic, sebbene la probabile riconferma di Kean in squadra.

Calciomercato Juventus, si complica il ritorno di Morata

Calciomercato Juventus, si complica il ritorno di Morata
Alvaro Morata ©LaPresse

Il grande obiettivo del reparto avanzato della Juventus rimane per Allegri il pupillo Morata. Come anticipato dalla nostra redazione nei giorni scorsi, però, il centravanti spagnolo vorrebbe prima giocarsi le sue carte alla corte del Cholo Simeone all’Atletico Madrid, sperando di poter avere un ruolo importante nella prossima stagione.

Conferme arrivate in tal senso anche da ‘Sportmediaset’, secondo cui Morata non avrebbe più intenzione di traslocare in Italia dopo aver riportato la famiglia a Madrid. L’attaccante spagnolo sarebbe rimasto volentieri a Torino, ma l’esitazione della Juventus ha rimesso tutto in discussione e non ha più voglia di tornare in binaconero, complicando le speranze di Massimiliano Allegri.