VIDEO CM.IT | Siparietto Galliani-Pessina: “Ecco l’obiettivo del Monza”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:55

L’amministratore delegato del Monza, Adriano Galliani, e il nuovo colpo dei brianzoli, Matteo Pessina, hanno rilasciato alcune dichiarazioni

Il Monza non vuole accontentarsi. L’AD Adriano Galliani e il patron Silvio Berlusconi hanno ambizioni importanti e non intendono recitare un ruolo da comparsa il prossimo anno in Serie A. Lo dimostra il lavoro che stanno portando avanti sul calciomercato, con l’ultimo colpo Matteo Pessina che ha scaldato non poco la piazza.

Monza Pessina Galliani
Pessina e Galliani

Il centrocampista è stato presentato ufficialmente quest’oggi allo spazio Lenovo dalla società biancorossa e ha rilasciato alcune dichiarazioni dopo la firma sul contratto: “È un ritorno voluto da tutti. Io, il club e i tifosi. Tornare per chi ha fatto dieci anni al Monza e poter giocare in Serie A è molto stimolante”. Sulla fascia da capitano: “Forse non la porto da quando giocavo nel Monza da ragazzino. Ho accettato questo cos e voglio metterla in campo, con lo spirito da monzese“.

Pessina, poi, si è soffermato sugli obiettivi stagionali: “L‘obiettivo è fare il meglio possibile. Il primo traguardo da raggiungere è la salvezza, poi vedremo“. Qui è intervenuto Adriano Galliani, anche lui presente all’evento, dando vita ad un vero e proprio siparietto: “Noi non parliamo di salvezza. Mi sono messo in testa che il nostro obiettivo aziendale è il decimo posto“.

Pessine conclude: “Ne ho fatti di campionati con Verona e Atalanta, anche se sono ancora abbastanza giovane. Penso che potrò dare una mano con la mia esperienza. Da domani inizio il lavoro con i compagni, ho già parlato con mister Stroppa. Sarà bello poter giocare per la squadra della mia città“.

 

Monza, Galliani su Pessina: “I tifosi devono ringraziare Berlusconi”

Monza Pessina Galliani
Pessina e Galliani

Queste le parole rilasciate da Galliani: “La fascia da capitano non è pronta, è già indossata. Io so ogni cosa di Matteo, conosco la mamma, il papà, suo nonno. Sono molto felice, è la seconda volta qui con noi. Ha fatto un percorso che avrei voluto fare anche io. Ha cominciato con la Dominante, poi il Monza e il Milan nel 2015. Si è realizzato tutto. Anche per questa operazione, i tifosi devono ringraziare il presidente Berlusconi. Senza di lui non avremmo raggiunto la Serie A e non avremmo riportato Matteo Pessina. Lavoriamo per un Monza molto molto importante“.