De Ligt e il rilancio del Chelsea: due contropartite per la Juve

Arrivabene ha spalancato un portone alla cessione di Matthijs de Ligt. La Juventus punta a incassare una cifra importante dalla vendita dell’olandese

“E’ impossibile trattenere un giocatore che vuole andare via”. Le parole dell’altro ieri di Arrivabene sono un chiaro ‘messaggio’ sulla situazione de Ligt, o meglio sulla sua cessione in questo calciomercato estivo. Ad oggi in pole per l’olandese c’è il Chelsea, l’asse Torino-Londra è accesissima e comprende anche i nomi di Jorginho e Timo Werner.

Matthijs de Ligt ©️LaPresse

Secondo ‘La Stampa’ i ‘Blues’ sono pronti a rilanciare proponendo – oltre ai sopracitati Jorginho e Werner – anche il cartellino di un certo N’Golo Kante. Il 31enne francese e l’italo-brasiliano possono finire nella nuova proposta dei londinesi di Todd Boehly per il cartellino dell’ex capitano dell’Ajax, nel mirino pure dei due Manchester. Entrambi piacciono ai bianconeri, che però vorrebbero in aggiunta non meno di 40 milioni di euro cash. Va detto, però, che Kante difficilmente verrebbe accettato come contropartita per il classe ’99. I motivi sono due: l’età e, soprattutto, l’ingaggio che sfiora i 17,5 milioni di euro.

Calciomercato Juventus, sì a Jorginho: l’affare può essere ‘slegato’ da quello de Ligt

Jorginho ©️LaPresse

A differenza di Kante, Jorginho è un profilo che rientra in toto nei paletti della Juve. Pure lui viaggia verso i 31 anni, ma l’attuale stipendio in quel di Londra è di circa 6 milioni netti. Cherubini e soci sono in contatto col suo agente da diverso tempo, chiaramente servirebbe l’uscita di Arthur per il suo approdo a Torino, nell’ambito o meno dell’operazione de Ligt.