CMIT TV | Agente Djuric: “Siamo abbastanza avanti”

Alla CM.IT TV ha parlato l’agente di Milan Djuric, che ha parlato del suo assistito, ma non solo

Intervenuto in diretta alla CMIT TV, l’agente di Milan Djuric, Vittorio Sabbatini, ha parlato del futuro del suo assistito, ma anche di alcuni temi particolarmente caldi legati al mercato. Dal rinnovo di contratto di Massara e Maldini alla situazione legata a Paulo Dybala. E poi un punto sulla Salernitana.

Sabbatini su Djuric
Vittorio Sabbatini alla CMIT TV

MALDINI-MASSARA – Secondo me stanno solamente ritardando l’ufficializzazione, ma l’accordo già c’è. Ritengo che, dato che hanno fatto molto bene entrambi, sicuramente avranno fatto degli accordi e stanno solo posticipando.

JUVENTUS – Sono delle dinamiche che riguardano i rapporti interni allo spogliatoio e non sono così addentro. La vedo difficile che ci siano delle difficoltà dal punto di vista caratteriale conoscendo Allegri, ma sono questioni talmente interni che non saprei aggiungere nulla.

DI MARIA E DYBALA – Ritengo che avranno scelto Di Maria puntando forse più sull’esperienza. Vedo Dybala come un grandissimo giocatore e magari loro hanno pensato che non potesse dare di più di quello che aveva già dato, anche perché il ragazzo non voleva andare via. Attriti Allegri-Dybala-società? Per quel poco che posso sapere non penso che il giocatore abbia posto delle difficoltà riguardo il suo utilizzo. Secondo me è stata una scelta del club che ha scelto di puntare su Di Maria. Potrà essere un errore, ma come si suol dire: ai posteri l’ardua sentenza.

GIOCARE POCO – Il fatto di venire utilizzato poco o molto può influire molto sul mercato. Oggi uno che viene usato poco avrà un calo della sua quotazione sul mercato, è evidente che sarebbe molto meglio che ci fosse una sinergia fra allenatore e giocatore. Parlare di un allenatore che possa rovinare la carriera di un giocatore mi sembra eccessivo.

CHOLITO SIMEONE – Da quello che leggo può essere in uscita, ma non è detto. Arrivando Djuric potrebbero sempre giocare con due punte. Diciamo che siamo abbastanza avanti, quello non lo posso negare. A Napoli saremmo venuti molto volentieri, ma diciamo a parte alcuni contatti con il club non siamo andati avanti che erano più impegnati a riordinare il reparto difensivo.

DJURIC ADDIO A SALERNO – Un po’ sì gli è dispiaciuto, ha vissuto 4 anni sempre molto intensi. Sono stati 4 anni al cardiopalma, la famiglia si trovava anche molto bene, ma le scelte vanno fatte con ponderazione e seguendo il percorso professionale.

SABATINI-PRESIDENTE – Diciamo che è stato un fulmine a ciel sereno, almeno per quanto mi riguarda, dopo una cavalcata così sembrava che dovessi rilanciare con questa accoppiata. Non so quali diatribe interne ci siano state realmente, non saprei cosa sia successo effettivamente. E’ stato un peccato perché io credo che una cavalcata così ce la ricorderemo nella storia del calcio.