CMIT TV | Donnarumma ‘avvertito’: “Reazione sbagliata. Ora deve crescere”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:46

Gianluigi Donnarumma è sempre argomento caldo, in Italia e fuori. Stavolta a parlarne è stato uno storico portiere italiano

Gianluigi Donnarumma nel mirino della critica, ormai da mesi. Il portiere del PSG ha vissuto una parabola discendente, dopo l’errore (e con fallo subito dubbio) che ha spalancato le porte alla rimonta del Real Madrid e con un’alternanza continua con Navas, non semplice da gestire.

CMIT TV | Donnarumma 'avvertito': "Reazione sbagliata. Ora deve crescere"
Ballotta alla CMIT TV

Ne ha parlato quest’oggi Marco Ballotta, storico portiere della Lazio, ai microfoni della CMIT TV: “L’errore coi piedi secondo me è mentale, essere bravi coi piedi vuol dire essere sicuri e la velocità di pensiero fa la differenza. Gli errori poi possono capitare, non bisogna essere recidivi – ha detto Ballotta -. Sulla gestione degli errori è ovvio che deve crescere, adesso è diventato grande e se sbagli qualche critica ti deve arrivare. La reazione non è stata positiva, non da un portiere della sua levatura. Siccome l’ho visto anche capitano, io nel suo caso ci avrei scherzato su, Buffon non l’avrebbe gestita così. Poi se sei di un certo livello è importante prendersi le proprie responsabilità”.

E ancora sul portiere azzurro arriva un altro giudizio agrodolce: “Abbiamo un portiere sull’altra sponda di Milano che non fa giocare neanche un minuto all’altro, Handanovic vuole giocare anche le amichevoli. A parte questo, nel rapporto con Navas, non dimentichiamo che Donnarumma ci ha fatto anche vincere un Europeo, dovrebbe solamente ripartire da terra, poi i valori e le qualità ci sono”.

Non solo Donnarumma: Ballotta sul calciomercato della Juve

Non solo Donnarumma: Ballotta sul calciomercato della Juve
Donnarumma © LaPresse

Anche il calciomercato della Juve è argomento caldo. Ballotta è sicuro: “Di Maria o un giovane? Il problema è sempre il tempo, soprattutto in una Juventus che deve obbligatoriamente vincere. Si è aspettato forse un anno di troppo, ora c’è necessità di cambiare, ma anche di non sbagliare e quindi si cerca di andare sul sicuro. Di Maria e Pogba faranno sicuramente bene a questa Juventus, poi io sarei sempre per un giovane, ma c’è bisogno di tempo”.