Bocciato senza appello: “Errore clamoroso della Juve”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:55

La Juventus è al lavoro su più fronti in ambito di calciomercato per accontentare Massimiliano Allegri: arriva una pesante bocciatura

Mister Allegri aspetta rinforzi e la Juventus sta lavorando alacremente per accontentarlo. Praticamente già in pugno il ritorno dell’ex Manchester United, Paul Pogba, a parametro zero, i bianconeri non mollano la pista Angel Di Maria. L’attaccante argentino è la priorità del tecnico livornese per quanto riguarda il reparto offensivo.

Juventus Di Maria
Arrivabene © LaPresse

Sulle pagine di Calciomercato.it vi abbiamo raccontato che i torinesi stanno aspettando la risposta definitiva dell’esterno. C’è fiducia da parte del club di Exor, perché è stato fatto il possibile per convincerlo a sposare il progetto. Tant’è che la società piemontese ha anche modificato la proposta iniziale di un contratto biennale da 7 milioni netti, trasformandola in un accordo annuale con opzione alla stessa cifra. Il motivo? Di Maria vorrebbe restare in Europa soltanto un’altra stagione, soprattutto in vista del Mondiale, e poi chiudere la propria carriera in patria.

Juventus-Di Maria, bocciatura netta: “Grave errore”

Juventus Di Maria
Di Maria © LaPresse

La decisione della Juventus di venire incontro alla volontà dell’attaccante, però, genera dei dissensi. Il giornalista Furio Focolari, ad esempio, ritiene che l’acquisto del classe ’88 alle sue condizioni sarebbe un forte sbaglio: “Se Di Maria insiste nel volere un anno di contratto, la Juventus farebbe un grave errore a prenderlo – ha dichiarato a ‘Radio Radio’ -. Nell’anno dei Mondiali, poi come ti torna. Un anno sono pochi mesi. Di Maria è sicuramente un grande giocatore, ma per un anno sarebbe un errore clamoroso secondo me. Di Maria nelle prime 20 partite sarà straordinario, ma poi c’è il Mondiale e dopo lo perdi. Questo sarebbe un errore da parte di Allegri“. Le parole del collega non lasciano ad ulteriori interpretazioni, ma la Juventus è ormai decisa a seguire la strada intrapresa. Dunque, tutto è nelle mani di Di Maria, che a breve rilascerà il verdetto sul futuro.