“Volevo dire basta per il razzismo”, Mbappe accusa la Federazione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:29

Fanno discutere le dichiarazioni di Kylian Mbappe su episodi di razzismo, l’attaccante lancia gravi accuse contro la Federazione francese

Kylian Mbappe fa chiarezza. Il bomber del Psg, chiamato in causa in mattinata sui retroscena legati al suo possibile addio alla nazionale francese, va all’attacco e parla di episodi di razzismo, lanciando gravi accuse contro la sua Federazione.

"Volevo dire basta per il razzismo", Mbappe accusa la Federazione
Kylian Mbappe © LaPresse

Quest’oggi, in una intervista apparsa su ‘Le Journal du Dimanche’ in Francia, il presidente federale Noel Le Graet ha affermato: “Dopo gli Europei avevo ricevuto Kylian, era molto arrabbiato. Riteneva che non lo avessimo difeso dalle critiche per il rigore sbagliato. Non voleva più giocare con la Francia, ma non lo pensava. Era frustrato come tutti noi dall’eliminazione, ma non ci sono più stati problemi”. Arriva quindi la replica piccata, da parte dello stesso Mbappe, che sul suo profilo Twitter scrive: “Avevo spiegato molto bene a Le Graet che si trattava di razzismo e non di critiche per il rigore sbagliato. Ma lui riteneva che non ci fosse stato del razzismo…”.