Addio Insigne alla Nazionale: l’annuncio di Mancini

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:20

Il CT Roberto Mancini è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match di Nations League Germania-Italia: annuncio su Insigne

La nuova Italia sta piacendo sempre di più. Il cambiamento radicale messo in atto da Roberto Mancini ha portato i suoi frutti, almeno per il momento. Gli Azzurri sono finora imbattuti in Nations League e hanno resistito, con prove certamente positive nel complesso, a squadroni come Germania e Inghilterra, conquistando il primo posto nel girone.

Italia Germania Mancini Insigne
Roberto Mancini © LaPresse

Domani sera Pellegrini e compagni troveranno di nuovo i tedeschi guidati da Flick davanti a sé. Alla vigilia dell’incontro, il CT è intervenuto in conferenza stampa rilasciando alcune dichiarazioni su diversi argomenti. Di seguito le sue parole.

LA GARA:Affrontiamo l’ultima partita e non sarà un compito semplice. Credo che utilizzerà giocatori freschi. I calciatori più giovani si sono potuti allenare con quelli più esperti in queste settimane, perché possiamo migliorare per quanto riguarda la personalità“.

GIOVANI:Hanno dimostrato carattere, noi possiamo trovare giovani interessanti ovunque. In Serie B militano ragazzi di Serie A in prestito, perché non ritenuti ancora pronti. Va data fiducia e la possibilità di giocare ai ragazzi. Abbiamo tanti esempi nella storia di calciatori passati subito in prima squadra e in fretta in Nazionale“.

Germania-Italia, annuncio di Mancini su Insigne in conferenza

Italia Germania Insigne Mancini
Insigne © LaPresse

SCAMACCA:Le sue condizioni? Vediamo domani come sta. Nell’ultima gara era uscito distrutto“.

NUOVI DEBUTTI:Scalvini è un difensore molto bravo. È tecnico, ha fisico e può agire in due ruoli. Ora ha la necessità di accumulare esperienza, ma può diventare un calciatore importante. Pure Luiz Felipe può diventarlo. Spero di poterlo far debuttare, così come Caprari che è stato out quindici giorni a causa di un infortunio“.

INSIGNE:Addio alla Nazionale? Vedremo, adesso non lo so. Dipenderà da come starà e da cosa succederà in MLS. Parliamo comunque di un frande giocatore, che all’Italia ha dato tanto“.