Nations League, Italia-Ungheria | Probabili formazioni, calciomercato e dove vederla in Tv

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:41

Nations League, stasera la sfida Italia-Ungheria: probabili formazioni, dove vederla in tv e le news legate al mercato

Dopo il pareggio di Bologna contro la Germania, l’Italia di Roberto Mancini è pronta a scendere in campo per la seconda gara di Nations League. A Cesena arriva l’Ungheria di Marco Rossi, che nella prima giornata ha superato l’Inghilterra a Budapest per 1-0. I magiari sono dunque in testa al girone, ma per gli azzurri la vittoria è d’obbligo. Calciomercato.it vi propone un focus su quelle che sono le probabili formazioni del match e anche sugli osservati speciali delle due formazioni in ottica mercato.

Italia-Ungheria, Mancini e Rossi
Mancini e Rossi © LaPresse

Nations League, le probabili formazioni di Italia-Ungheria

L’Italia, in piena rifondazione, si prepara al terzo dei suoi cinque impegni di questo mese di giugno. Mancini è pronto ad un vero e proprio restyling della nazionale e rispetto agli undici scesi in campo contro la Germania, il ct dovrebbe cambiare sette giocatori. Confermato solo l’asse centrale con Donnarumma, Bastoni, Cristante davanti alla difesa e Scamacca centravanti. Dietro chance per Spinazzola dal primo minuto e davanti, a fianco di Scamacca ci saranno il compagno di squadra Raspadori e il baby Gnonto, che ha stupito tutti all’esordio.

Il ct Rossi invece dovrebbe puntare su una difesa a tre pronta a trasformarsi in una linea a cinque con i due esterni che hanno caratteristiche molto più difensive che offensive. Davanti invece i magiari si affideranno alla qualità di Szoboszlai e di Sallai a supporto dell’unica punta Szalai.

Cristante
Cristante © LaPresse

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Mancini, Bastoni, Spinazzola; Barella, Cristante, Locatelli; Gnonto, Scamacca, Raspadori. All. Mancini

UNGHERIA (3-4-2-1): Gulacsi; Lang, W. Orban, At. Szalai; Nego, A. Nagy, Schäfer, Z. Nagy; Szoboszlai, Sallai; Ad. Szalai. All. Rossi

Italia-Ungheria, Gnonto osservato speciale a Cesena

La sua convocazione in Nazionale maggiore aveva sorpreso un po’ tutti. Roberto Mancini ha deciso di farlo esordire a gara in corso contro la Germania e a Willy Gnonto sono bastati solo pochi minuti per confezionare l’assist vincente per il gol di Pellegrini. Il classe 2003 dello Zurigo è nel frattempo diventato uno dei nomi più chiacchierati del mercato. Il ct, giustamente, lo protegge. “Non gli va data troppa pressione, gioca a calcio come pochi altri della sua età e può fare cose molto importanti crescendo con calma”.

Gnonto
Gnonto © LaPresse

Intanto però tante squadre italiane sono sulle sue tracce. Lui che dall’Italia se n’è andato per trovare una squadra che gli desse minuti e fiducia, come lo Zurigo. Nel frattempo però, ingolositi oltre che per le sue qualità anche dal contratto in scadenza nel 2023, tanti club sono pronti a fiondarsi su di lui. Il ragazzo di origini ivoriane infatti piace a molte società di Serie A. Il Sassuolo lo considera un’alternativa validissima in caso di addio di Berardi, ma sulle sue tracce ci sono anche Monza, Fiorentina e Roma. Attenzione però pure al Club Brugge, squadra da sempre vigile sui giovani talenti mondiali e in grado di valorizzarli al massimo.

Calciomercato, Italia-Ungheria: non solo Gnonto, gli altri da tenere d’occhio

Oltre a Willy Gnonto, altri sono i profili che saranno seguiti con attenzione stasera a Cesena. Il primo, chiaramente, è Gianluca Scamacca, al centro delle voci di mercato. Su di lui sono calde soprattutto le piste estere: soprattutto l’Arsenal sembra intenzionato a fare sul serio e a sbaragliare la concorrenza di Inter e Milan, che ritengono le richieste del Sassuolo troppo alte (40-45 milioni di euro). I ‘Gunners’ invece, a caccia di un centravanti, sarebbero pronti ad esaudirle.

Scamacca
Scamacca © LaPresse

Degli altri uomini impegnati in Nazionale, sarà seguito con attenzione anche Giacomo Raspadori, che però potrebbe restare un altro anno a Sassuolo nel caso dovessero partire sia Berardi che Scamacca. Il nome di Barella invece non è mai sparito dai radar dei top club europei. L’Inter dovrà fare una grande cessione e il centrocampista potrebbe essere uno dei sacrificabili. Lui o Bastoni, che sembra il più papabile tra i partenti. Tante società inglesi sono sulle sue tracce, in particolare il Tottenham di Antonio Conte. Il Milan invece riflette sul riscatto di Florenzi: l’accordo con la Roma sembra essere ad un passo. Tra gli ungheresi invece due dei nomi più interessanti sono Szoboszlai, lontano però dall’addio al Lipsia e il difensore centrale Attila Szalai, centrale del Fenerbahçe seguito in passato anche dal Napoli.

Italia-Ungheria, dove vederla in Tv

Il match tra Italia e Ungheria sarà trasmesso in diretta tv su Rai 1, con fischio d’inizio alle 20.45. La gara sarà visibile anche su Raiplay in streaming.