Mancini esalta Gnonto: “Gioca come pochi”. Annuncio su Donnarumma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:34

Roberto Mancini, commissario tecnico dell’Italia, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara di Nations League contro l’Ungheria

Il cambio drastico di Mancini si è rivelato positivo. Contro la Germania il CT degli Azzurri ha cambiato 10 titolari su 11 e la squadra si è reso protagonista di una prova nettamente superiore rispetto alla disfatta per mano dell’Argentina di Messi e Di Maria.

Italia Mancini Gnonto Donnarumma
Mancini © LaPresse

Domani arriva l’Ungheria, secondo match di Nations League in programma per l’Italia. Il tecnico ha presentato la sfida alla vigilia in conferenza stampa, dalla sala dedicata dello stadio Dino Manuzzi di Cesena. Di seguito tutte le sue dichiarazioni.

FORMAZIONE:Adesso no. Magari domani…“.

CAMBI:Se ce ne saranno molti? Un po’ sicuramente. Tutti non credo, ma molti sì“.

LOCATELLI:Può essere adattato nel ruolo di Cristante. Bryan, però, è l’unico che può giocare da play in questo gruppo insieme a Esposito“.

NUOVA FILOSOFIA DI GIOCO:Le vittorie possono arrivare in qualsiasi modo, non esiste un’unica ricetta. È possibile vincere utilizzando ogni sistema. La Germania, i primi 20 minuti, non siamo riusciti a prenderla bene, perché non era male mi sembra. Poi il confronto è stato totalmente in equilibrio. Ci vuole un po’ di tempo chiaramente, erano tutti nuovi i calciatori“.

Italia-Ungheria, Mancini su Donnarumma e Gnonto

Italia Ungheria Mancini Gnonto Donnarumma
Donnarumma © LaPresse

DONNARUMMA:Per me resta il migliore d’Europa. Il portiere soffre un po’ di più rispetto agli altri giocatori quando non è titolare fisso. Ora ha questo piccolo problema al dito e valuteremo domattina le condizioni. Se si sente di giocare, lo farà. Nel gruppo sono rimasti diversi calciatori, anche Belotti a cui avevo detto di andarsi a riposare“.

SCAMACCA:Ha tutto per diventare molto, molto bravo. È veloce, potente e tecnico. È alto, ma può migliorare nello stacco aereo. Viene dalla prima stagione da titolare in Serie A. Ha bisogno di un po’ di tempo, ma in futuro può diventare un grande centravanti“.

GNONTO:Ha 18 anni, troppa pressione su di lui è negativa. Ha bisogno di crescere con tranquillità. Per la sua età, gioca a calcio come pochi altri. In più è molto veloce. Se non gli si metterà troppa pressione addosso, potrà far vedere a tutti le sue qualità importanti. È intelligente e può crescere. La seconda punta è il ruolo migliore per lui, ma può agire anche da esterno“.

MARCO ROSSI E UNGHERIA:Io e Marco siamo stati compagni di squadra. Anzi, mi pare di averlo preso io alla Sampdoria (ride, ndr). È una persona perbene, oltre che un allenatore bravissimo. L’Ungheria è migliorata molto grazie al suo lavoro straordinario. Hanno battuto l’Inghilterra meritando di vincere. Hanno pareggiato all’Europeo con Francia e Germania. Sono difficili da affrontare, è una squadra molto fisica con importanti qualità nel reparto offensivo“.

DIFESA UNGHERIA:Come ho detto non sarà facile batterli. Per riuscirci proveremo a fare del nostro meglio. I loro centrali sono molto alti e forti fisicamente, poi stanno giocando un ottimo calcio. Non sarà una gara semplice, quelle non esistono più“.

GRUPPO:Se si rinnoverà ulteriormente nei prossimi giorni? Possibile“.

NUOVI GIOVANI CON L’UNGHERIA:Sì, se saranno presenti nei 23 convocati. Mettere alla prova giocatori esordienti in gare complicate non è un problema“.