Club pronto a tutto per Zidane: in arrivo l’offerta choc!

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:54

Dopo l’avventura al Real Madrid, Zidane potrebbe tornare a sedersi in panchina: presto l’incontro

Dopo un anno sabbatico, Zinedine Zidane potrebbe tornare nuovamente su una panchina di un grande club europeo. L’allenatore francese, che sogna un giorno di potersi sedere alla guida della propria nazionale, è corteggiato in particolare dal Paris Saint-Germain. Quella dei transalpini è l’unica grande panchina in Europa il cui futuro è tutt’altro che certo. Gli unici altri top club pronti a cambiare guida tecnica, Manchester United e Borussia Dortmund, hanno infatti già scelto chi sarà l’allenatore della prossima stagione.

Psg, presto un incontro con Zidane
Zidane © LaPresse

A questo punto, appunto, manca solo il Psg. A guidare la dirigenza ci sarà il portoghese Campos e il primo nome per la panchina è proprio quello di Zizou, ma le alternative non mancano: da Gallardo a Thiago Motta e soprattutto Sergio Conceiçao. E proprio con Zidane il club parigino dovrebbe iniziare ad intavolare un discorso nei prossimi giorni. Stando infatti a quanto riferisce il ‘Mundo Deportivo’, ci sarà prossimamente un incontro tra il tecnico e Nasser Al-Khelaifi proprio a Parigi, dove Zidane farà tappa per vedere la finale di Champions League.

Psg, presto l’incontro con Zidane: la proposta sul piatto

Un incontro in cui il club parigino rimetterà sul tavolo l’offerta da capogiro con cui vorrebbe sedurre l’ex tecnico del Real Madrid. La proposta si aggirerebbe sui 25 milioni di euro netti a stagione. Una proposta che renderebbe Zidane l’allenatore più pagato al mondo. Un affare che renderebbe felice anche Mbappe, che avrebbe quindi la possibilità di lavorare al fianco del proprio idolo. A Parigi poi Zidane potrebbe incontrare molti suoi ex giocatori. Da Sergio Ramos ad Hakimi, fino a Navas, sempre che quest’ultimo non lasci la capitale francese.

Al-Khelaifi
Al-Khelaifi © LaPresse

La decisione ora spetta solo a Zidane, che, come confermato dalla Spagna, continua però a sognare la nazionale transalpina, ereditandola magari da Deschamps al termine dei mondiali di Qatar 2022. Il ruolo da tecnico della nazionale gli permetterebbe anche di restare a vivere a Madrid e recarsi in Francia solo per allenamenti e preparazioni. Se invece dovesse accettare la proposta parigina, il trasferimento nella capitale francese sarebbe d’obbligo.