Spezia-Napoli, Thiago Motta-PSG: l’annuncio del tecnico

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:18

Thiago Motta è riuscito a salvare lo Spezia, partendo da una situazione molto complicata a livello societario e di mercato: l’allenatore italobrasiliano ha parlato del suo futuro

Per certi versi un’impresa quella di Thiago Motta, che ha portato alla salvezza lo Spezia. Una missione compiuta decisamente non scontata, perché la base di partenza era di una socità in pieno processo di cambiamento e con il mercato chiuso. Quando il traguardo sembrava essersi allontanato, con l’esonero spettro sempre più concreto, Motta ha tirato fuori gli artigli e ha centrato la salvezza anche con qualche giornata di anticipo.

thiago motta psg allenatore
Thiago Motta © LaPresse

Oggi col Napoli è arrivata una sconfitta per 3-0 che ovviamente non intacca assolutamente la qualità del lavoro dell’ex centrocampista. Che è uno dei nomi più chiacchierati per quanto riguarda il mercato degli allenatori e la probabile girandola di panchine che vedremo in Serie A. Tempo fa vi avevamo parlato del gradimento anche del PSG per Thiago Motta e anche di recente ve ne abbiamo dato nuovamente conto e conferma. E se non sarà già in questa stagione, potrà esserlo comunque in futuro. Oggi l’ex giocatore della Nazionale italiana ha ‘giocato’ la sua ultima partita con lo Spezia, in Italia più di qualche club potrebbe puntare su di lui dal Verona all’Atalanta, senza dimenticare il Bologna nell’ottica del valzer delle pachine. Anche perché il PSG – con Luis Campos destinato a prendere il posto di Leonardo – punterà in primis su Zidane, senza sottovalutare le piste Conceicao e appunto Motta.

Le parole di Thiago Motta sul futuro al PSG

Dopo Spezia-Napoli, lo stesso Thiago Motta ha parlato della stagione e del futuro a ‘Dazn’: “Fa piacere ricevere elogi, ma per me è stato un onore far parte di questo gruppo. Abbiamo chiuso contro una grandissima squadra come il Napoli ed è stata una festa per tutti e meritata. Abbiamo avuto momenti complicati quest’anno ma li abbiamo trasformati in uno stimolo: è venuta fuori la forza del gruppo. Gestire un gruppo di 28 calciatori non è facile, tutti vogliono giocare ogni volta, ma tutti sono stati bravi e hanno capito il loro momento”. E poi la domanda proprio sul PSG e il futuro in generale: “Le voci circolano sempre a fine stagione, io sono molto felice di quanto fatto qui. Abbiamo tempo per parlare con la società, ora voglio restare con la mia famiglia che non vedo da due mesi, tutto il resto passa in secondo piano”.