“Me lo ha detto Lotito”, Sarri prima sbotta poi fa l’annuncio su Milinkovic

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:59

Maurizio Sarri ha parlato al termine di Lazio-Verona: le parole dell’allenatore tra mercato e stagione appena conclusa

La Lazio chiude il campionato al quinto posto dopo il 3-3 contro il Verona e disputerà la prossima Europa League. Al termine del match Maurizio Sarri ha parlato a ‘DAZN’:

Sarri
Sarri © LaPresse

BASI – “Abbiamo fatto un percorso, cambiato modo di pensare calcio, giochiamo in maniera diversa. E’ stato un percorso difficile, pieno di difficoltà, ma l’abnegazione dei ragazzi ci ha fatto arrivare segnali di crescita. Vediamo: il rischio di perdere qualche giocatore c’è. Ci sono giocatori in scadenza, qualcuno richiesto: il rischio di fare un altro anno zero c’è”.

MILINKOVIC-SAVIC – “Ma di questa partita e di questa stagione non interessa niente? – sbotta dopo la domanda sul futuro di Milinkovic, per il quale è arrivata una prima offerta della Juventus – Mi chiedi dell’anno prossimo… 2-3 giorni di riposo dammeli. Non posso decidere la politica societaria. Quel che ha detto il presidente, lo ha detto anche a me in privato: io sarei felice di ripartire da Sergej”.

Lazio-Verona, Sarri: “Subire tanti gol non fa piacere”

Sarri
Sarri © LaPresse

GOL EVITABILI – “E’ chiaro che subire tanti gol a me non fa piacere. Un miglioramento lo abbiamo fatto anche da questo punto di vista. Siamo migliorati ma non abbastanza. Poi stiamo prendendo gol in partite in cui non concediamo tanto. Si esce con l’amaro in bocca per aver concesso poco e subito parecchio”.

SODDISFATTO – “Sono contento di come si è cimentato il gruppo ad un certo punto della stagione, ho visto la voglia di cambiare pensiero calcistico e abbiamo risolto buona parte dei problemi. Insoddisfatto della fragilità difensiva, problematica che dobbiamo risolvere”.