CMIT TV | Bocciatura a sorpresa: “La Juve non se lo può permettere”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:35

Le parole di Giovanni Cobolli Gigli ai microfoni della CMIT TV: da Agnelli a Dybala e Pogba, tanti i temi trattati

L’ex Presidente della Juventus, Giovanni Cobolli Gigli, è intervenuto ai microfoni di CMIT TV per parlare dei bianconeri.

Cobolli Gigli alla CMIT TV parla di Juventus
Andrea Agnelli ©LaPresse

Tanti i temi trattati relativi alla Vecchia Signora. Si parte chiaramente dall’attuale numero uno dei bianconeri, Andrea Agnelli, che anche lunedì sera, in occasione di Juventus-Lazio è stato fischiato dai suoi tifosi: “I presidenti sono destinati ad essere fischiati quando la squadra non va ed osannati quando funziona tutto – afferma Cobolli Gigli -. C’è una critica fatta dai tifosi su un campionato che ha dato meno risultati di quelli sperati”.

STAGIONE – “Il giudizio sulla stagione è modesto. La Juve che ha fatto il quarto posto con qualche settimana di anticipo, lo scorso anno ha centrato la qualificazione miracolosamente. I bianconeri sono partiti malissimo, poi hanno recuperato e poi c’è stata la gara con l’Inter che le ha tolto forza. Oltre questi fatti, la Juventus ha fatto meno di quello che avrebbe dovuto fare”.

RESPONSABILITA‘ – “Io credo che dare una sola colpa sia impossibile, c’è un’atmosfera che forse deve essere ricreata. Prendere Sarri non è stato giusto, prendere Pirlo è stata una conseguenza. A mio avviso avremmo dovuto mantenere Allegri perché alla fine gli scudetti li faceva vincere. Agnelli se ne è reso conto, è tornato indietro rispetto a quanto avevano convinto a fare i suoi collaboratori, e quindi diamo un’altra chance ad Allegri nel prossimo campionato per dimostrare cosa saprà fare”.

ACQUISTI DELLA SUA GESTIONE – “Investimenti fatti su giocatori con potenziale non si sono rivelati come dovevano essere, ma anche Amauri. Eravamo tutti convinti che sfondasse le porte, e invece…”

VOTO ALLA STAGIONE – “Ad Allegri 4? Se volete sì, però riconosciamo anche la capacità di reggere un peso molto rilevante in una maniera abbastanza filosofica. Allegri è una persona onesta, che recrimina poco, certo che adesso deve trovare la formazione su cui puntare, però alcune cose sono state giuste come Vlahovic e Zakaria”.

Calciomercato Juventus, Cobolli Gigli su Pogba e Dybala

Cobolli Gigli alla CMIT TV parla di Juventus
Pogba ©LaPresse

DYBALA E POGBA – “Dispiace che il primo non sia rimasto alla Juventus, non conosco le vicende, ma anche io sono rimasto sorpreso dal fatto che i bianconeri si siano privati di Dybala. E’ stata una scelta importante perché rinunciare all’argentino significa puntare su un altro tipo di gioco e credo che Allegri all’inizio puntasse molto sull’ex Palermo. Pogba? Se torna sono felice, ma non credo che aprirò una bottiglia di spumante per il suo ritorno perché non penso che possa rientrare a Torino. Se dobbiamo prendere la strada di attenzione ai costi, penso che la Juventus non si possa permettere Pogba. Vlahovic è stato un’eccezione estremamente coraggiosa, hanno puntato su un giocatore che ha dato maggiori probabilità di arrivare quarti, senza di lui era molto più difficile arrivarci”.