PAGELLE E TABELLINO NAPOLI-GENOA 3-0: Insigne lascia da star, disastro Hernani

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:00

Insigne lascia Napoli con un gol da calcio di rigore. A referto anche Osimhen e Lobotka. Il Genoa ad un passo dalla Serie B

PAGELLE NAPOLI

Ospina 6 – Qualche presa e poco più nella prima frazione: nulla di rilevante. Stesso canovaccio nella ripresa, prima vera parata al 75′

Di Lorenzo 6.5 – Non solo l’assist: primo tempo di ottimo livello nelle due fasi. Trova anche il gol, cancellato dal Var: non gli sarà dispiaciuto cedere ad Insigne una nuova chance da calcio di rigore per il 2-0

Rrahmani 6 – Trova le misure a Yeboah dopo qualche minuto di difficoltà. Gestione semplice della gara

Koulibaly 6 – Non impeccabile nella gestione della palla, qualche errore anche in copertura. Poi migliora e torna ad essere insuperabile

Mario Rui 7  Determinante la diagonale su Portanova attorno alla mezz’ora: poi gara di grande attenzione nelle due fasi per tutta la durata del match (74′ Ghoulam 6 – Anche per lui gara d’addio, cerca di dare tutto)

Anguissa 6.5 – Alimenta l’azione e dopo il pressing iniziale del Genoa riesce a trovare una buona interdizione (83′ Demme sv)

Fabian Ruiz 6.5 – Si accende dopo un avvio un po’ lento: si propone con continuità nei pressi dell’area del Grifone (74′ Lobotka 7 – Pochi minuti di gestione palla e per trovare un gran gol)

Lozano 6.5 – Qualche bella sgasata in avvio di gara, poi gli trovano le contromisure. Si riaccende a folate e gioca una gara dove crea molti spunti

Mertens 6.5 – Si muove ad elastico cercando gli spazi che apre Osimhen: disegna traiettorie e trova corridoi. Partita di grande intensità, ma non trova la via del gol (74′ Zielinski 5.5 – Si presenta con un assist facile da presentare ad Insigne: sbaglia)

Insigne 8 – L’emozione non può che essere enorme. Le lacrime finiscono solo al fischio d’inizio: ed è l’uomo più pericoloso del Napoli con un classico tiro a giro alla mezz’ora ed una quantità industriale di passaggi chiave. Nel finale di frazione, poi, un numero spaziale frenato da Sirigu. Il rigore, battuto due volte, ancora lacrime, i cori (87′ Elmas)

Osimhen 7 – Primo quarto di gara passato a fare a sportellate con gli avversari. Poi, Di Lorenzo pennella, approfitta dello spazio e schiaccia di testa in modo imparabile. Numeri importanti nell’arco della gara

All. Spalletti 7 – Napoli terzo: il sogno scudetto c’è stato: ma la stagione è ampiamente positiva

PAGELLE GENOA

Sirigu 6 – Non può nulla sulla rete di Osimhen, attento su Insigne nel finale di frazione. Nella ripresa becca il secondo ed anche il terzo

Hefti 5 – Duello con Insigne: quando il capitano azzurro lo punta o triangola, le difficoltà si fanno pressanti. Gara molto complessa (56′ Hernani 4 – Si fa notare subito: ma, solo per il fallo di mano che porta al rigore di Insigne)

Bani 5 – Chiama i movimenti della linea, accorciando e scappando per cancellare la profondità al Napoli. Ha sulla coscienza, però, una marcatura troppo larga sul gol di Osimhen

Ostigard 5.5 – Chiamato a tenere Osimhen, scintille soprattutto quando il Napoli cerca la palla alle spalle. Inizia bene, poi qualche svarione

Criscito 5 – Lozano lo punta fin dai primi minuti, gara non facile. Il Genoa praticamente retrocede e lasciare così fa davvero male per il capitano

Galdames 5 – Cerca di ripulire i palloni da recapitare agli attaccanti: non riesce a fare gran che di buono (75′ Destro sv)

Badelj 6 – Con 4 attaccanti è chiamato ad un lavoro complesso di argine quando il Napoli riparte. Esce per infortunio (23′ Frendrup 5 – Si vede poco nelle due fasi)

Portanova 5 – Duello con Mario Rui fin dai primi minuti, lo stesso portoghese gli sbarra la strada per lo 0-1, ma le responsabilità per un tiro che tarda ad arrivare ci sono tutte. Si spegne e viene sostituito (56′ Ekuban 5 – Non incide)

Amiri 4.5 – Giostra bene alle spalle di Yeboah, provando anche la conclusione dalla media distanza. Si perde, come tutto il Genoa

Gudmundsson 4.5 – Arginato da Di Lorenzo nella prima parte di gara, trova pochi spunti. Col passare dei minuti scompare dal match (75′ Melegoni sv)

Yeboah 6 – S’impone subito come riferimento offensivo ed al 12′ fa tremare la traversa di Ospina col colombiano battuto. Si batte come un leone, ma riceve pochissimi palloni

All. Blessin 5 – Non riesce nell’impresa di salvare il Genoa: vedremo se il club gli darà fiducia per lasciarlo in panchina anche in B. Retrocessione quasi certa

PAGELLA ARBITRO

Fabbri 6.5 – Primo tempo gestito con personalità: sempre vicino all’azione. Stesso giudizio per la ripresa

TABELLINO

RETI: 32′ Osimhen, 65′ rig. Insigne, 81′ Lobotka

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui (73′ Ghoulam); Anguissa (83′ Demme), Fabian (73′ Lobotka); Lozano, Mertens (73′ Zielinski), Insigne (87′ Elmas); Osimhen. All. Spalletti. A disposizione: Meret, Juan Jesus, Malcuit, Zanoli, Elmas, Ounas, Petagna, Politano.
GENOA(4-2-3-1): Sirigu; Hefti (56′ Hernani), Bani, Ostigard, Criscito; Galdames (75′ Destro), Badelj (23′ Frendrup); Portanova (56′ Ekuban), Amiri, Gudmundsson (75′ Melegoni); Yeboah. Allenatore: Blessin. A disposizione: Semper, Vodisek, Masiello, Vasquez, Ghiglione, Cambiaso, Rovella.
ARBITRO: Fabbri di Ravenna (VAR: Abisso)
AMMONITI: Galdames (G), Lobotka (N)
ESPULSI: