Fallimento, Vlahovic e ritorno Pogba: Allegri show in conferenza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:30

Massimiliano Allegri presenta Juventus-Lazio, l’ultima partita allo Stadium di Chiellini e Dybala, in conferenza stampa

Archiviata la delusione della Coppa Italia, la Juventus di Massimiliano Allegri torna in campo domani per l’ultima gara casalinga della stagione. L’Allianz Stadium saluterà capitano e vice, Chiellini e Dybala, che lasceranno a fine stagione. Calciomercato.it vi offre in tempo reale la conferenza stampa di Allegri alla vigilia del match contro la Lazio.

Allegri in conferenza (screenshot)

PARTITA – “La squadra per quelli che siamo sta bene. Domani è l’ultima partita in casa, bisogna onorarla al meglio. E poi è la festa di Chiellini e Dybala. Dobbiamo unire tutte queste cose”.

NUOVA POLITICA SUL MERCATO – “Ora parlare di mercato non ha senso. Facciamo finire la stagione e poi come al solito facciamo il punto con lo staff e la società. Per quanto riguarda la personalità, la squadra è cresciuta molto. Nelle partite decisive abbiamo avuto episodi a sfavore, in campionato e mercoledì sempre contro l’Inter. È inutile stare a recriminare”.

NUOVO CAPITANO – “Il nuovo capitano della Juve per gerarchie sarà Bonucci”.

STAGIONE FALLIMENTARE – “Questo fallimento lo sento da tanti mesi ormai. Però l’obiettivo Champions non è banale, anche economicamente. La Juve è in Champions da più di dieci anni. L’obiettivo tornerà lo scudetto, poi tutti ci credevamo fino all’Inter”.

VOTO ALLA STAGIONE – “Son domande banali queste. Se dico 3? Così almeno scrivete 3 e siete a posto. Ho detto che quando sei alla Juventus l’obiettivo è di vincere. In questa stagione senza trofei abbiamo comunque raggiunto l’obiettivo della Champions, che non è banale e avrebbe portato un buco economico”.

POGBA – “Innanzitutto non è ancora finita la stagione, Pogba è un giocatore del Manchester e di mercato con la società ne parleremo a fine stagione. Domani c’è la partita, quindi non pensiamo al mercato. Il suo ricordo? Me lo sono già dimenticato perché sono passati tanti anni, ho la mente piena, non me lo ricordo tanto. I campi da basket se torna? Quelli ci sono sempre (ride, ndr)”.

ADDIO DYBALA – “Sono due cose diverse: Giorgio Chiellini dopo 17 anni di Juve smette oppure fa un’esperienza in America. Non lo so. Paulo ha una carriera davanti”.

BILANCIO E DA DOVE RIPARTIRE – “Sono soddisfatto per il percorso di crescita che la squadra ha fatto, per l’obiettivo minimo raggiunto. Poi non sono soddisfatto per non aver vinto nulla, non c’ero più abituato. Nel calcio gli episodi condannano spesso le partite, non abbiamo vinto gli scontri diretti ma abbiamo fatto buone partite. Che comunque non servono, perché dobbiamo portare a casa i risultati”.

ROSA E VLAHOVIC – “La squadra ha fatto il massimo, poi però dimentichiamo che alla lunga numericamente abbiamo pagato gli infortuni traumatici. Non avere a disposizione Chiesa per 6 mesi, McKennie per 3 mesi, Bonucci e Danilo per 2 mesi, è normale che dopo paghi. Vlahovic, questi 6 mesi che ha fatto alla Juve, l’anno prossimo sarà un giocatore migliore di quello che è ora. Perché è giovane, può migliorare ed è stato 6 mesi alla Juve. Ritroveremo Chiesa, McKennie, abbiamo giocatori che potenzialmente possono crescere. Con la società cercheremo di migliorare le mancanze di questa squadra”.