Nicola si rammarica dopo Empoli-Salernitana: “L’ho detto il primo giorno”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:27

Davide Nicola commenta il pareggio tra la sua Salernitana e l’Empoli, soffermandosi sulla ultima sfida salvezza

Il tecnico della Salernitana Davide Nicola ha parlato a ‘DAZN’ al termine della partita sul campo dell’Empoli terminata 1-1 con il rigore fallito da Perotti nel finale.

Nicola
Nicola © LaPresse

L’allenatore granata ha affermato: “Non abbiamo iniziato benissimo perché l’ultimo step è giocare partite che risultano più decisive come sarà l’ultima. L’ho detto fin dal primo giorno che dovevamo combattere fino all’ultimo secondo dell’ultima partita. Nel primo tempo siamo partiti un po’ contratti, è anche la prima volta che giochiamo con un caldo così. Nel secondo tempo, dopo tutto quello fatto, e sfido chiunque a dire che la Salernitana non merita di salvarsi, ci siamo giocati la partita, abbiamo avuto una decina di palla gol. E’ il settimo risultato utile consecutivo”.

CENTROCAMPO – “Loro giocando a rombo ti bloccano le fonti di gioco. Abbiamo avuto poca mobilità nei primi 25 minuti, poi abbiamo ruotato le posizioni cercando di trovare più spazio. Nel secondo tempo abbiamo lasciato la valigia dei dubbi, delle preoccupazioni, ed è stato straordinario. Ora resettiamo e prepariamoci per l’ultima sfida”.

Empoli-Salernitana, Nicola assolve Perotti

Perotti
Perotti © LaPresse

RISCHIARE – “Per raggiungere qualcosa devi rischiare di poterlo perdere. Se giochi contratto, preoccupato, non ti esprimi. Siamo sempre riusciti ad esprimerci, abbiamo messo giocatori sempre più offensivi. Non era facile creare così tanto. Nella ripresa abbiamo difettato nel non avere equilibrio: almeno un vertice centrale doveva essere mantenuto”.

PEROTTI – “Ma no. E’ un uomo e un giocatore straordinario. La vita è un insieme di combinazioni. E’ giusto giocarci questa salvezza all’ultima giornata, davanti al nostro pubblico. E’ stato un cammino molto duro e lo sarà anche la prossima: dobbiamo cercare di farci trovare pronti”.