Contratto da 40 milioni: l’esonero di Allegri costa carissimo alla Juve

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:35

Massimiliano Allegri nel mirino di critica e tifosi per la deludente stagione della Juventus. Il presidente Agnelli ha deciso sul futuro in panchina del tecnico

Stagione deludente per la Juventus e ‘salvata’ parzialmente dall’accesso conquistato con largo anticipo alla prossima Champions League.

Allegri, il futuro alla Juventus è già deciso: "C'è una sola possibilità"
Massimiliano Allegri ©LaPresse

Tifosi e critica si aspettavano uno scenario ben diverso dopo il ritorno in panchina di Massimiliano Allegri, richiamato alla Continassa una volta esonerato Pirlo che aveva comunque messo in bacheca Coppa Italia e Supercoppa. Obiettivi falliti dal tecnico toscano, con la ‘Vecchia Signora’ che dopo undici anni finirà l’annata senza mettere in bacheca nessun trofeo.

Il futuro di Allegri però non è in discussione, nonostante le schermaglie e l’accesa discussione con Nedved dopo il ko dell’Olimpico con l’Inter. Agnelli ha rinnovato la fiducia nel mister livornese, forte anche di un contratto oneroso da 9 milioni di euro fino al 2025. La Juve ripartirà da Allegri con il chiaro intento ovviamente di ritornare subito al vertice tra Italia ed Europa, con lo scudetto come obiettivo primario per la prossima stagione.

Calciomercato Juventus, Agresti: “Agnelli non entusiasta di Allegri”

Allegri non rischia, anche se all’interno della società bianconera si aspettavano evidentemente altri risultati dopo il ritorno sulla panchina dell’Allianz Stadium dell’ex allenatore del Milan. Stefano Agresti sottolinea a proposito: “Credo che Allegri resterà alla Juventus perché ha un contratto che costerebbe oltre 40 milioni se decidessero di mandarlo via“, ha detto il giornalista de ‘La Gazzetta dello Sport’ sulle frequenze di ‘Radio Radio’.

Allegri e Agnelli nei guai, bloccato mercato Juventus
Allegri e Agnelli ©LaPresse

“Quindi, resterà a Torino anche la prossima stagione. Anche se la Juve non è entusiasta di Allegri, diciamo così”, ha poi aggiunto sempre Agresti sul futuro dell’allenatore alla guida dei bianconeri.