CMIT TV | Ribaltone Juve in società: l’annuncio sul ritorno di Del Piero

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:50

Alla sconfitta in finale di Coppa Italia sono seguite numerose voci che riguardano la dirigenza

Non è ancora chiara la strada che prenderà la Juventus in vista della prossima estate, ma con ogni probabilità la rosa verrà radicalmente modificata. Tanti calciatori non hanno dimostrato di valere la maglia bianconera e dovrebbero salutare nel giro di poche settimane.

CMIT TV | Ribaltone Juve in società: l'annuncio sul ritorno di Del Piero
Massimiliano Nerozzi sulla CMIT TV

Dalla chiacchierata avuta con Massimiliano Nerozzi del ‘Corriere della Sera’, durante la diretta della CMIT TV, è venuto fuori che difficilmente verranno prese scelte forti e spiazzanti dopo questa stagione, sia in dirigenza che in panchina. Nonostante tra Allegri e Nedved, come confermato dal giornalista, ci siano state evidenti frizioni: “Dopo la finale di Coppa Italia c’è stata una discussione tra i due, cosa che può capitare e che è capitata in questi anni nella Juve. E’ evidente che Nedved da vicepresidente è l’unico dirigente superstite rispetto al primo addio di Allegri e alla scelta di puntare su Sarri. Poi la Juve ha deciso di ripartire da Allegri, quindi immagino ci sia unità d’intenti. Tutti sono in linea con Allegri e sono d’accordo sulla sua permanenza”.

Se l’allenatore toscano è blindato dai tre anni ancora a disposizione di contratto, il dirigente gode della grande amicizia del presidente Agnelli: “Addio Nedved? Sarebbe una sorpresa abbastanza grande, lui è molto legato ad Agnelli. Si conoscono bene, c’è la stima del presidente. Nell’attuale management della Juve, l’unico che dovrebbe avere una conoscenza ad alti livelli del calcio, è lui”.

Lo stesso Agnelli, secondo Nerozzi, dovrebbe rimanere saldo al suo posto: “Sulla figura di Andrea Agnelli ci andrei piano. John Elkann ha ribadito totale fiducia al cugino Andrea. Poi non è che lui sia un manager qualsiasi, come nel caso di Marotta. Anche qui ci sono stati dei rumors, ma anche in questo caso sarebbe una grande sorpresa. Non va dimenticato che con la sua gestione la Juve ha vinto tanto”.

Juventus, Nerozzi sul ritorno di Del Piero: “Prima o poi avverrà”

CMIT TV | Ribaltone Juve in società: l'annuncio sul ritorno di Del Piero
Alessandro Del Piero ©️LaPresse

Un ingresso graditissimo ai tifosi della Juventus in dirigenza, è quello di Alessandro Del Piero. Sul quale il giornalista ha ammesso: “Secondo me sì, prima o poi entrerà in società, ma è un’opinione personale. In futuro potrebbe esserci un ingresso in società di una persona che faccia da collante tra aspetto tecnico e gestione finanziaria”.

Un’altra figura in lizza è quella del possibile nuovo direttore sportivo: “Si è parlato di Carnevali, ma anche di Sartori. Mi sembra che difficilmente il modo di agire della Juventus possa andare d’accordo con Sartori, che invece preferisce avere grande autonomia”.

Tornando ad Allegri, ecco perché rimarrà ancora a lungo: “La Juve è passata dai 30 milioni a stagione di Cristiano Ronaldo, a fare un quadriennale ad un allenatore molto importante, il più pagato in Italia, e un contratto lungo. E’ evidente che quando fai un accordo di questo genere, ripone tutta la fiducia del mondo al tuo allenatore. Cambiare idea varrebbe circa 50 milioni di euro”.

Infine Nerozzi si è sbilanciato a centrocampo bianconero, tra Pogba e Milinkovic-Savic: “Chi ha più probabilità? Dico Pogba, perché lo stipendio che prende adesso non lo troverebbe da nessun’altra parte. E’ vero che il Psg è un’opzione molto forte, però è vero che ha un legame con Torino. La Juve trattò per Milinkovic-Savic con Lotito nell’ultimo anno di Marotta sui 70 milioni di euro e non se ne fece nulla”.