Pioli alza la voce alla vigilia di Verona-Milan: “Non mi era piaciuto”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:16

Le dichiarazioni di Stefano Pioli alla vigilia di Verona-Milan

Milan obbligato a vincere, o comunque a non perdere domani sera in casa del Verona per riprendersi la vetta della classifica ieri scippatagli dall’Inter. Alla vigilia della sfida del ‘Bentegodi’ ha parla il tecnico rossonero Stefano Pioli, ecco le sue parole raccolte da Calciomercato.it.

Verona-Milan, la conferenza stampa di Pioli
Pioli screenshot conferenza

CONFERENZA STAMPA PIOLI

ENTUSIASMO TIFOSI – “Domani sarà bello per i nostri giocatori andare in campo di nuovo con tanti tifosi milanisti”.

SETTIMANA – “Non è stata diversa, ma simile alle precedenti. Grande attenzione e motivazione. Il Verona può crearci difficoltà, sta facendo un grande girone di ritorno. Dobbiamo dimostrare di essere non solo bravi ma anche i migliori”.

VERONA – “Difficoltà della gara? Noi e loro siamo tra le squadre che segnano di più nei primi minuti ma la partita sarà lunga, ci sarà modo per cambiare durante la gara. Loro è giusto che facciano di tutto per batterci. Il reparto offensivo del Verona è davvero pericoloso. Dal punto di vista tattico sarà simile al match dell’anno scorso. Ci aspettano tante marcature asfissianti, a uomo”.

IBRAHIMOVIC – “La sua presenza è importante e può essere decisiva. Zlatan sta facendo di tutto per darci una mano”.

SOGNO SCUDETTO – “Sappiamo tutti cosa ci manca, sette punti per centrare qualcosa di straordinario. Dobbiamo però pensare partita alla volta giocando da Milan. Ben vengano anche gli 1 a 0, l’importante è essere squadra per 90 minuti. I ragazzi li vedo sempre sul pezzo e motivati. Sono giovani, ma con un percorso importante di due anni”.

SCOMMETTERE SUL MILAN – “Dobbiamo continuare con la nostra mentalità, io scommetto che la squadra domani darà il massimo”.

CALENDARIO – “Il fatto di giocare dopo l’Inter al momento non mi interessa perché sappiamo cosa dobbiamo fare. A noi mancano quei punti lì e dobbiamo cercare di farli. Ieri non ho guardato la partita con l’Empoli”.

ANCELOTTI – “Credo che sia un top in tutto. Ha una capacità di entrare nella testa e nel cuore dei giocatori”.

RIGORE – “Abbiamo già un prescelto per calciare”.

GOL ED EQUILIBRIO – “Per mentalità continueremo sempre a cercare il gol. Giocando con tre attaccanti puri devi prendere altre precauzioni e mantenere gli equilibri”.

CONDIZIONE FISICA – “Troppe volte si dà importanza alla parte fisica e meno alla parte tecnica e tattica. Noi stiamo bene perché stiamo bene di testa. L’aspetto mentale è quello che fa la differenza”.

MIGLIORE DELLE PEGGIORI – “Non mi era piaciuto il titolo ‘Milan in testa. La migliore delle peggiori’, ma fa niente. Siamo concentrati e poi se c’è qualcuno che ancora critica Ancelotti si può dire tutto”.

Barak ©LaPresse

L’inviato di Calciomercato.it ha chiesto a Pioli se Barak riceverà qualche ‘attenzione’ particolare: “Ha caratteristiche fisiche importanti. Bisognerà prestare attenzione a tutti i giocatori offensivi del Verona. Sarà importante l’atteggiamento dei nostri attaccanti e dei centrocampisti per limitare i loro attacchi”.