“Non vi interessa”: lo sfogo di Spalletti dopo Torino-Napoli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:10

Il tecnico del Napoli, Luciano Spalletti, ha parlato nel post partita dopo il successo ottenuto contro il Torino di Juric in trasferta

Juventus lontana 4 punti e terzo posto blindato. Il Napoli, dopo lo straripante 6-1 rifilato al Sassuolo settimana scorsa, vince anche contro il Torino in trasferta. Stavolta agli azzurri è bastato il gol firmato da Fabian Ruiz per portare a casa i tre punti.

Torino Napoli Spalletti
Spalletti a Dazn

Nel post partita, ai microfoni di ‘Dazn’, ha parlato così mister Luciano Spalletti: “Abbiamo fatto un bel recupero palla. Mi fa piacere sottolineare la tripla pressione di Insigne nel momento del gol”.

FUTURO:Prima di pensare al prossimo anno c’è da pensare a finire questo campionato. La non conferenza stampa di ieri era un voler dare merito a quelli che fanno molto lavoro dentro e fuori dal campo. Fargli vedere che hanno un valore vuol dire andare in campo oggi, scaldarli e rendere le ultime partite speciali, per farli sentire importanti. Magari se lo capiscono tutti diventa ancora più facile, invece di pensare al prossimo campionato. È stato raggiunto un grandissimo obiettivo e invece si vuole andare a togliere i meriti di ciò che hanno fatto. Non è così e la gente lo sa”.

Torino-Napoli, Spalletti: “Il futuro è il prossimo allenamento. Vi interessa solo la vittoria dello Scudetto”

Torino Napoli Spalletti
Spalletti © LaPresse

ANCORA SUL FUTURO:Per noi è il prossimo allenamento. In questo caso ci alleniamo martedì visto che giochiamo domenica. Quando giochiamo di sabato si parte il lunedì con l’allenamento, senza dare il giorno di recupero. Quelle sono le cose importanti, ma non vi interessa. Vi interessa solo se hanno vinto lo Scudetto oppure no. Diamo i meriti per ciò che è stato fatto e poi si vede il futuro”.

COSTRUZIONE DAL BASSO:La mia intenzione era di dare ancora più campo a Ospina, in modo da contrastare il Torino che veniva a prenderci uomo contro uomo su tutto il campo. Ci sono delle cose da migliorare, ma nel secondo tempo quando loro hanno fatto più fatica abbiamo fatto girare meglio la palla. Più difficoltà, invece, nel primo tempo da parte nostra“.

INSIGNE:Si è assunto delle responsabilità che altri non si sarebbero presi. Bisogna accettare la sua scelta, anche se per noi non è semplice perché parliamo di un calciatore del suo livello. È un giocatore e un uomo di valore, potrà andare ovunque a testa alta“.