“Dimissioni Allegri”, bufera Juve: annuncio dopo la sconfitta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:00

Disastro Juventus con il ko contro il Genoa che pone ulteriori dubbi sui bianconeri, recuperati dai liguri proprio nel finale. Allegri nel mirino della critica 

Non arriva nel migliore dei modi la Juventus alla sfida di Coppa Italia contro l’Inter della prossima settimana. I bianconeri, che hanno giocato in anticipo ieri sera, hanno collezionato una sconfitta amara sul campo del Genoa con annesse polemiche e pioggia di critiche alla squadra e soprattutto a Massimiliano Allegri. Il tecnico livornese è finito sul banco degli imputati a causa della rimonta subita nel finale e del gioco espresso dalla squadra, sempre poco convincente e spettacolare.

Calciomercato Juventus, Damascelli su Allegri: "In altri tempi dimissioni o licenziamento"
Allegri © LaPresse

Diversi i capi d’accusa nei confronti di Allegri, criticato aspramente anche da Tony Damascelli ai microfoni di ‘Radio Radio’: “Il Genoa sogna la salvezza. Se potesse incontrare avversarie come la Juventus vista a Marassi sarebbe una passeggiata in allegria. Vittoria meritata, per cuore e voglia, sconfitta inguardabile per la squadra di Allegri la cui presunzione non ha ormai più limiti. E’ riuscito nell’impresa di sostituire Vlahovic, umiliandolo un’altra volta, quindi di togliere dal campo Dybala che aveva segnato l’unico gol. Ha mischiato per confusione le carte togliendo identità a una squadra già sgorbia di suo”.

Calciomercato Juventus, Damascelli su Allegri: “In altri tempi dimissioni o licenziamento”

Calciomercato Juventus, Damascelli su Allegri: "In altri tempi dimissioni o licenziamento"
Massimiliano Allegri ©LaPresse

Il gioco della Juventus non decolla in una stagione ampiamente altalenante e con poca continuità. Anche alcuni singoli stanno peraltro patendo la situazione mentre mercoledì prossimo c’è una partita da non fallire contro l’Inter in finale di Coppa Italia. La prima annata del ritorno di Allegri a Torino in generale non soddisfa, con Damascelli che aspramente critico parla persino di dimissioni o esonero in altre situazioni: “Un disastro che in altri tempi e altri ingaggi porterebbe o alle dimissioni o al licenziamento dell’allenatore, il quale se la gode con i 9 milioni annuali e la fiducia del suo presidente che pensa alla Superleague e festeggia il quarto posto, un risultato che può considerarsi storico, considerate le prestazioni dei bianconeri”.

La Juventus ha poco tempo per leccarsi le ferite, con lo stesso Allegri che ora non potrà proprio fallire la gara contro l’Inter della prossima settimana.