CM.IT | Ostacolo ‘mondiale’ per il ritorno di Pirlo: testa a testa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:20

Andrea Pirlo scalda i motori in vista della prossima stagione, pronto a tornare in sella dopo l’esperienza alla Juventus

Lo Spezia guarda oltre questo finale di stagione, con la salvezza che va ancora conquistata matematicamente ma che resta possibile, nonostante il gol subito in fuorigioco dalla Lazio che ha tolto ai liguri un punto cruciale. E’ abbastanza chiaro il fatto che Thiago Motta non sarà l’allenatore dei liguri per la prossima stagione. Il rapporto è andato avanti anche se è sotto gli occhi di tutti che si siano create frizioni abbastanza evidenti tra il tecnico e la direzione sportiva del club. A dicembre, sono stati i risultati contro Milan e Napoli a rendere impossibile un piano che prevedeva l’esonero del tecnico, mentre resta abbastanza chiaro il fatto che la salvezza sarebbe un risultato straordinario da ascrivere al lavoro dell’allenatore brasiliano.

Andrea Pirlo @LaPresse

Il futuro, una volta che la stagione in corso verrà archiviata, vedrà Thiago Motta da una parte e lo Spezia dall’altra. Il tecnico ha chance da valutare in Serie A (Bologna, Verona, si è parlato anche di Lazio, ora spunta il Cagliari) e una porta aperta sul Psg, il club che lo considera come un figlio cresciuto lì, formato anche da allenatore e da riabbracciare appena sarà pronto il progetto per lui. Non è escluso, ma è più difficile, che posa accadere subito. E cominciano ad arrivare le prime indicazioni su colui che potrebbe essere il nuovo padrone della panchina della squadra ligure. Le piste, secondo quanto raccolto da Calciomercato.it, sono esattamente due. Cominciamo da Andrea Pirlo, che dopo l’esperienza sulla panchina della Juventus nella scorsa stagione è rimato fermo. Il suo nome nel corso della scorsa estate e di questo campionato è stato accostato a più di un club di Serie A e anche all’estero. Alla fine Pirlo non si è accasato e Spezia potrebbe essere il punto di ripartenza del suo percorso da allenatore.

Calciomercato, testa a testa Inzaghi-Pirlo per lo Spezia

Testa a testa Pirlo-Inzaghi per il ritorno in panchina
Filippo Inzaghi ©LaPresse

L’avventura a Torino, dove era arrivato per guidare la Under 23 prima del commiato della società bianconer a Maurizio Sarri, è stata un po’ controversa. Alla luce di questa stagione c’è stato anche qualche tifoso che ha rivalutato il suo lavoro. C’è un’altra idea in corso di valutazione a Spezia, che porta ad un altro dei campioni del mondo del 2006. Parliamo di Pippo Inzaghi che è stato esonerato dal Brescia un mese e mezzo fa (era il 23 marzo), dopo che già poco tempo prima sembrava essere arrivato al capolinea della sua avventura con il club di Massimo Cellino.

Superpippo ha un percorso più lungo in panchina rispetto a Pirlo, ha portato in B il Venezia e in A in Benevento, dopo essere partito anche lui da una panchina nobile, quella del Milan nel 2014. Una parentesi in Serie A e un altro esonero, anche a Bologna. Lo Spezia pensa anche a lui.

Giorgio Alesse