Lazio, Sarri e la permanenza: “Mi sembra una ca****a”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:32

Lazio, Sarri parla dopo la sfida contro lo Spezia e si sofferma sul proprio futuro senza mandarle a dire

Tre punti fondamentali nella corsa all’Europa, tre punti che lanciano la Lazio, vittoriosa per 4-3 sul campo dello Spezia. “Abbiamo fatto un’ottima partita in cui abbiamo costruito tanto. Purtroppo abbiamo commesso un paio di errori che hanno tenuto in bilico la partita, ma non abbiamo mai mollato, anche andando sotto tre volte” ha dichiarato il tecnico dei biancocelesti Maurizio Sarri ai microfoni di ‘Sky Sport’.

Spezia-Lazio, parla Sarri
Sarri e Thiago Motta © LaPresse

Su Acerbi: “Mi dispiace che ci sia questa situazione strana con Acerbi, è un ragazzo che ce la mette sempre tutta, ha avuto problemi ma sta facendo bene. Proteggere un giocatore? L’unico modo è parlarne il meno possibile”. Campionato: “Penso che questo campionato sia più difficile, è salito il livello delle squadre di mezza classifica”. Gol subiti: “Abbiamo preso due gol da palla ferma e abbiamo avviato noi il contropiede avversario, abbiamo commesso errori e mi piacerebbe subire qualche gol in meno”. Infine sul suo futuro e sull’eventuale presenza vincolata all’Europa: “Da quello che ha detto il presidente mi sembra una ca****a, non abbiamo mai parlato di vincolare la permanenza all’Europa o meno. Non sono voci che mi sorprendono, ma non ne abbiamo mai parlato. Abbiamo avuto dei problemi che speravo si potessero risolvere più velocemente, ma la squadra è in netta crescita”.