Disastro totale, il mea culpa non basta: l’annuncio di Spalletti scuote il Napoli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:24

Disastro Napoli nel finale della partita giocata oggi pomeriggio contro l’Empoli e persa con rimonta subita. Il commento di Luciano Spalletti 

L’allenatore del Napoli, Luciano Spalletti ai microfoni di ‘Dazn’ ha commentato il pomeriggio disastroso di Empoli. I campani, avanti di due reti, si sono infatti rimontare in un finale pazzesco da uno scatenato Pinamonti: “Immaginarsi un finale così diventava difficile. Poi sono partite dove gli avversari continuano a lottare con l’intensità giusta. Noi sul finale della partita abbiamo perso un po’ di attenzione, abbiamo fatto qualche errore che non dovevamo fare. Sul fatto dell’attenzione e della continuità ha molta responsabilità dell’allenatore. Dipende sempre da ciò che costruisci giornalmente. Ci subentra timore, poi il resto lo fanno gli avversari. Si era detto anche ieri che ci saremmo dovuti aspettare una squadra con fame. A volte succedono cose così nel calcio”.

Spalletti a Dazn: "Il responsabile sono io"
Spalletti a Dazn

FRAGILITA’ – “Abbiamo delle caratteristiche dove bisogna sempre stimolare possesso palla e tenerla, perchè è importante per non dover andare a fare una cosa innaturale come rincorrere gli avversari ed andare a lottare. Le nostre qualità sono differenti e probabilmente da qualche episodio che viene fuori ci prendiamo degli svantaggi. Il responsabile di questa squadra sono io, sia mentale che tecnico. Devo pagare le conseguenze di quello che avviene in campo, soprattutto io”.

RESPONSABILE – “Futuro? Non ti preoccupare di questo. Sono cose che si vedranno dopo. Ora si vede come va la prossima partita e quella dopo. Ancora abbiamo da qualificarci alla Champions. Dobbiamo giocare delle partite che ancora servono per la valutazione complessiva. Con grande serenità martedì si ricomincia a lavorare e poi si vede”.