Juventus, Bonucci e Chiellini svelano tutto | L’annuncio su Ronaldo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:37

Cristiano Ronaldo fa sempre discutere e questa non è una novità: Bonucci e Chiellini tornano a parlare del campione portoghese

Cristiano Ronaldo e la Juventus, un binomio che ha funzionato a tratti, pur portando un gran numero di gol alla Vecchia Signora. Il portoghese ora è lontano, dopo il ritorno al Manchester United, eppure continua a far discutere.

Juventus, Bonucci e Chiellini svelano tutto | L'annuncio su Ronaldo
Cristiano Ronaldo ©️ LaPresse

Oggi Leonardo Bonucci e Giorgio Chiellini sono tornati a parlare del fuoriclasse ex Real Madrid, facendo il punto sulla sua esperienza in bianconero. Di seguito le loro dichiarazioni durante il podcast di Fedez ‘Muschio Selvaggio’: “Da quando è arrivato alla Juve eravamo preparati al clamore mediatico che ogni suo gesto avrebbe determinato – precisano subito i due centrali -. Ma una volta che è diventato parte del gruppo, si è comportato normalmente e bene con tutti, anche se è una multinazionale ambulante con lui si potevano tranquillamente fare battute”. Niente di clamoroso, ma anche in questo caso Ronaldo torna al centro dei rumors e chissà che qualcuno non lo rimpianga al centro dell’attacco della Juventus, in una stagione che non decolla per il reparto offensivo bianconero.

Juventus, non solo Ronaldo: le parole di Bonucci e Chiellini

Juventus, Bonucci e Chiellini svelano tutto | L'annuncio su Ronaldo
Bonucci e Chiellini ©️ LaPresse

Leonardo Bonucci si sofferma anche sulla condizione fisica dei calciatori della Juventus: “Siamo un po’ stanchi, ci alleniamo tanto con la piscina o l’acqua fredda. L’allenamento dura in tutto quattro o cinque ore. In campo stiamo un’ora e mezza, poi c’è il post allenamento”.

Il centrale della Juventus torna anche sulla sua esultanza dopo la vittoria degli Europei ai danni degli inglesi e sulla frase della pastasciutta: “Non so cosa abbia detto la stampa inglese. Tanti italiani ci hanno scritto e ringraziato per aver fatto vivere loro un sogno e noi eravamo i primi a viverlo”.