Juventus stroncata, giudizio impietoso sui bianconeri: “Una squadraccia”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:30

Nuove critiche piovono sulla Juventus, dichiarazioni durissime sui bianconeri e sulla stagione con alcune ‘attenuanti’ per Allegri

In qualche modo, la Juventus sta provando ad andare oltre le difficoltà di questa stagione e risalire almeno in zona Champions. I bianconeri di Allegri continuano a non convincere, ma nelle ultime otto di campionato sono imbattuti e ne hanno vinte ben sei, con il distacco dal quarto posto che si è parzialmente ridotto.

Juventus stroncata, giudizio impietoso sui bianconeri: "Una squadraccia"
Massimiliano Allegri © LaPresse 

Ora, i piemontesi saranno però attesi da un impegno fondamentale, quello a San Siro contro il Milan. Una gara che potrebbe dire molto sul prosieguo di stagione e che sarà determinante, dall’altra parte, anche per la corsa scudetto dei rossoneri. Pronostico aperto, c’è chi però proprio non approva il modo di stare in campo della Vecchia Signora ed emette giudici piuttosto caustici, pur dando delle scusanti all’allenatore.

Juventus, Allegri ‘difeso’ da Orsi: “Sta già facendo i miracoli”

Juventus stroncata, giudizio impietoso sui bianconeri: "Una squadraccia"
Massimiliano Allegri © LaPresse

Fernando Orsi, opinionista e commentatore tv, è intervenuto a ‘Radio Radio’, sparando ad alzo zero contro la Juventus. “E’ una squadraccia, una delle più brutte della storia – ha dichiarato – Ditemi quali giocatori della Juve giocherebbero nell’Inter o nel Napoli: forse solo de Ligt, non considerando Chiesa che ha chiuso la stagione in anticipo. È una squadra normale con una gloriosa maglia addosso”.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, offensiva totale per Vlahovic | Tutte le cifre

Orsi inoltre difende Allegri, che secondo lui sta facendo il massimo. “Fa i miracoli con poco, gli danno addosso tutti perché gioca male – ha aggiunto – Ma un altro tecnico non li avrebbe fatti tutti questi punti”. Un attestato di stima per l’allenatore livornese, che sta cercando di tenere la barra dritta e raggiungere l’obiettivo minimo. Si entra ora nella fase cruciale della stagione e ogni partita può essere determinante. Tra la sfida di domani a San Siro, e quella tra tre settimane contro l’Atalanta, scopriremo se i bianconeri potranno effettivamente puntare a entrare almeno tra le prime quattro.