Tapiro d’Oro a Mancini: “Ma in Qatar ci andremo e lo vorrò più grosso”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:32

Il ct Roberto Mancini ‘conquista’ il Tapiro d’Oro dell’anno 2021: il commento a Valerio Staffelli sul Mondiale in Qatar

Tempi di premi e bilanci in questi ultimi giorni del 2021. Che siano riconoscimenti graditi o meno, ma comunque il momento è quello di tirare le somme magari con la speranza di un anno migliore. Come per l’Italia di Roberto Mancini.

mancini striscia la notizia tapiro italia
Mancini riceve il Tapiro d’oro dell’anno 2021 © Ufficio Stampa Mediaset

Dopo l’Europeo vinto a luglio, la Nazionale ora rishia addirittura di non qualificarsi al prossimo Mondiale in Qatar. Il primato nel girone sembrava a portata di mano, ma il pareggio interno con la Svizzera ha complicato qualsiasi piano, costringendo alla fine gli Azzurri a un altro spareggio. Stavolta sarà doppio, ma i fantasmi di Italia-Svezia del 2017 sono ovviamente tornati a bussare. Anche perché le sfide davanti alla nostra Nazionale sono parecchio complicate. Prima la Macedonia del Nord, avversario battibile ma comunque molto ostico. Poi, eventualmente, il Portogallo favorito sulla Turchia. In ogni caso due match duri, con il possibile scontro finale proprio contro Cristiano Ronaldo e gli altri campioni portoghesi.

Mancini riceve il Tapiro d’oro: “Sono preoccupato per i Mondiali, ma andremo in Qatar”

mancini roberto italia nazionale
Roberto Mancini © LaPresse

Il rischio di non giocare il secondo Mondiale di fila è concreto e sarebbe un disastro, per questo Roberto Mancini si è ‘guadagnato’ il premio del Tapiro d’Oro dell’anno. La consegna andrà in onda integralmente nell’edizione di questa sera di ‘Striscia la Notizia’ alle 20.35. L’inviato Valerio Staffelli ha anche strappato un commento al ct dell’Italia: “È vero, rischiamo di non andare ai Mondiali. Sono preoccupato anche io come tutti gli italiani, ma abbiamo ancora due partite”. Ma il tecnico di Jesi resta fiducioso: “In Qatar ci andremo e se sarà così mi dovrete portare un altro Tapiro, più grosso di questo”.