Sampdoria, il retroscena: “Ferrero a Milano per il nuovo allenatore”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:40

Momento delicato per la Sampdoria dopo l’arresto e le dimissioni di Ferrero, spunta anche un retroscena su un nuovo allenatore

Sono giorni davvero difficili per la Sampdoria. La settimana si è aperta con le dimissioni di Massimo Ferrero da presidente, dopo l’arresto avvenuto lunedì mattina.

Sampdoria, il retroscena: "Ferrero a Milano per il nuovo allenatore"
Massimo Ferrero © LaPresse

L’ormai ex numero uno blucerchiato si è fatto da parte per isolare la posizione del club, che comunque non è coinvolto nell’indagine da parte della Procura di Paola e nelle accuse a carico di Ferrero. Ora, si apre la partita legata alla successione alla presidenza. Il nuovo numero uno sarà nominato nell’assemblea degli azionisti in programma prima di Natale. Nel frattempo il commercialista veneziano Gianluca Vidal, a capo del trust posto a garanzia della società, si prepara a ricevere le manifestazioni di interesse da parte di nuovi acquirenti. Questo per quanto concerne ciò che accade fuori dal campo. La squadra vive un momento altrettanto delicato, con la sconfitta contro la Lazio che ha nuovamente complicato sia la classifica (+5 sul terzultimo posto) sia la posizione di Roberto D’Aversa.

Sampdoria, D’Aversa a rischio: l’annuncio sul possibile sostituto

Sampdoria, il retroscena: "Ferrero a Milano per il nuovo allenatore"
Roberto D’Aversa © LaPresse

La gestione sportiva al momento è totalmente in mano al ds Faggiano. D’Aversa è in bilico e alle porte c’è un fondamentale derby contro il Genoa, gara importante non solo a livello cittadino come sempre, ma anche per tentare di alleggerire una situazione di classifica complesso. Emerge tuttavia un retroscena che rende ancora più delicate le vicende dell’allenatore.

LEGGI ANCHE >>> VIDEO CM.IT | Caos Sampdoria: Inter, Juve e Milan sui gioielli blucerchiati

Giuseppina Tenga, una dei legali di Ferrero, ha infatti dichiarato in una intervista a ‘Radio Punto Nuovo’ il motivo per cui l’ex presidente doriano si trovava a Milano l’altro ieri poco prima dell’arresto. “Non mi intendo di calcio, ma so che Ferrero si trovava a Milano per trattare l’arrivo di Stankovic sulla panchina della Sampdoria”, ha spiegato. Ferrero avrebbe dovuto dunque incontrare Ramadani, rappresentante del tecnico serbo, incontro poi saltato. Il clima attorno a D’Aversa e alla squadra, insomma, non è dei migliori. Occorre una vittoria alla Samp nel derby per regalarsi un po’ di serenità e spazzare le polemiche.