Lazio-Juventus, Allegri tra cortomuso e sarrismo: “Lo capirete tardi”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:33

Massimiliano Allegri dopo Lazio-Juventus ha commentato la vittoria di rigore della squadra bianconera

Allegri commenta così a ‘DAZN’ la vittoria della Juventus contro la Lazio: “La squadra ha fatto una grande partita, però abbiamo avuto troppe occasioni non sfruttate. Le caratteristiche dei giocatori, hanno grande potenzialità, sono bravi nell’arrivare vicino all’area ma poi sono troppo frettolosi. In queste situazioni bisogna migliorare”.

Allegr
Allegri

“Poi dopo ci sono state delle situazioni a due minuti dalla fine. Abbiamo uno in terra moribondo e facciamo il colpo di tacco, Kulusevski deve andare alla bandierina ed invece tenta un dribbling. Bisogna stare concentrati fino alla fine perché poi prendi un gol e non è bello”.

Allegri quindi continua: “Di occasioni ne abbiamo avute tante, ma soprattutto la squadra non ha concesso credo neanche una occasione, a parte il colpo di testa. Abbiamo gestito bene la palla. Non era semplice perché le squadre di Sarri sono brave nel palleggio e questa sera lo abbiamo limitato”.

Allegri e il corto muso: “Quando lo capirete sarà tardi”

Inevitabile il riferimento al dualismo con Sarri: “Soddisfazione particolare? No, io mi diverto e quando lo capirete sarà troppo tardi. Io mi diverto e voi volete così: vi dico il contrario di ciò che penso, così voi vi divertite e a me va bene. Non è una questione di corto muso o Sarrismo: era Lazio-Juventus non Sarri contro Allegri. Non c’è un allenatore a cui non piace giocare però ci sono gli avversari, la loro forza.  Il calcio è anche strategia, c’è un momento dove devi tenere la palla, un momento in cui serve fare il contropiede, quello in cui occorre difendere. La partita non è un protocollo. Però che vi devo dire: vi divertite così e io mi accontento”.

Dybala – “Spero torni presto. Può giocare nei tre davanti con un mediano a copertura: importante è che stia bene”.