Di Canio a gamba tesa sulla Juventus, giocatore distrutto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:40

In casa Juventus piovono critiche verso Rabiot da parte di Paolo Di Canio, che ha parlato anche di Allegri e Sarri 

Paolo Di Canio ha analizzato il momento di Juventus e Lazio in vista della partita in programma domani. L’ex bomber ha rilasciato dichiarazioni significative.

Di Canio
Paolo Di Canio (screenshot)

Chiaro il suo messaggio sui due allenatori: “Allegri contro Sarri, la Juventus che cerca il passato contro la Lazio che cerca il suo futuro. Stanno cercando entrambe la quadra – spiega al ‘Corriere dello Sport’ – Allegri cerca la squadra compatta, solidale del passato. Il problema è che quella di oggi è più fragile: non basta fare un gol per stare al riparo. Il centrocampo non funziona. Non costruisce bene e non fa e filtro. Sono tutti filiformi là in mezzo, alti e lenti nei primi passi”.

LEGGI ANCHE >>> Scatto Juventus, Agnelli strappa il bomber a Marotta

Juventus, la critica di Di Canio verso Rabiot: “Che giocatore è?”

Adrien Rabiot ©Getty Images

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato, svolta per Icardi | Cambia tutto per Juventus e Milan

Parlando di Rabiot, Di Canio non ha risparmiato critiche: “Rabiot che giocatore è? Che materia è? Per la Juve cos’è? Uno di un metro e 90 che sembra uno di un metro e 20. Non fa pesare la sua fisicità, non è mezz’ala da gol, da assist e nemmeno da incursione. Arriva morbido nei contrasti”.

LE SCELTE – “Allegri dopo Sarri e Pirlo? Non offendiamo nessuno se diciamo che queste scelte fatte e rinnegate velocemente sono sintomo di confusione. Altrimenti, dovrebbero spiegarci che strategia è. Aggiungi la pandemia che ha tolto lucidità e risorse a tutti”.