Coronavirus, GIMBE: aumentano ricoveri e terapie intensive

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:11

Coronavirus: consueto monitoraggio indipendente della Fondazione GIMBE. I dati degli ultimi sette giorni

Si registra un netto incremento della circolazione del virus, ma con un impatto ospedaliero al momento contenuto grazie alla protezione vaccinale. La Fondazione GIMBE ha pubblicato il consueto monitoraggio settimanale relativo al Covid-19 in Italia.

Coronavirus, GIMBE: aumentano ricoveri e terapie intensive
Covid-19 ©️ Getty Images

“Il monitoraggio indipendente rileva nella settimana 10-16 novembre 2021, rispetto alla precedente, un aumento di nuovi casi (54.370 vs 41.091) e decessi (402 vs 330). – si legge nella nota – Continuano a salire anche i casi attualmente positivi (123.396 vs 100.205), le persone in isolamento domiciliare (118.945 vs 96.348), i ricoveri con sintomi (3.970 vs 3.436) e le terapie intensive (481 vs 421)”.

Nino Cartabellotta, Presidente della Fondazione GIMBE, si è espresso così sulla situazione attuale: “Nello scenario attuale sono due le decisioni politiche che possono minimizzare il rischio di misure restrittive. La prima è ridurre a 6 mesi la validità del green pass rilasciato a seguito di vaccinazione. La seconda è introdurre l’obbligo vaccinale sia per il ciclo primario, sia per la dose booster, almeno per tutte le categorie di lavoratori a contatto con il pubblico. Invece, non convince affatto il “super green pass” sul modello austriaco, di fatto un “surrogato” dell’obbligo vaccinale: escludere il tampone dalle modalità per il rilascio della certificazione verde rischia solo di aumentare le tensioni sociali senza alcuna garanzia di aumentare coperture vaccinali e adesione alla terza dose”.