Bordate a Mancini e Chiesa: “Ma il giocatore inguardabile è un altro”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:13

Rabbia e delusione dopo la mancata qualificazione dell’Italia al Mondiale: tutto adesso passa dai playoff di marzo. Piovono critiche su Mancini e la squadra

Italia rimandata gli spareggi di marzo. Gli azzurri campioni d’Europa non riescono a centrare la qualificazione diretta per il prossimo Mondiale di Qatar 2022.

Mancini
Roberto Mancini ©LaPresse

LEGGI ANCHE >>> Italia ai playoff da testa di serie: le possibili avversarie e il regolamento

Il sorpasso della Svizzera si consuma all’ultima giornata: poker rotondo degli elvetici contro la modestia Bulgaria, mentre la nazionale di Roberto Mancini non va oltre lo 0-0 a Belfast al cospetto dell’Irlanda del Nord. Delusione e tanta amarezza tra gli Azzurri, con l’accesso alla Coppa del Mondo che passa adesso dalla roulette dei playoff.

Un’Italia lontana parente dalla squadra ammirata ad Euro 2020 e che meritatamente ha conquistato il titolo europeo. Tanti giocatori sottotono nelle ultime uscite, non risparmiati dalla critica all’indomani del passo falso in Irlanda del Nord e la mancata qualificazione al Mondiale.

Italia, Focolari non risparmia Chiesa e Jorginho: “Adesso è inguardabile”

Irlanda del Nord-Italia: voti azzurri
Jorginho in azione ©LaPresse

Il giornalista Furio Focolari non lesina frecciate: “Di Lorenzo ci prova, però è modesto. Emerson Palmieri non è da Nazionale ma la delusione grande sono Chiesa, Insigne e gli altri big”, esordisce intervenendo a ‘Radio Radio’.

LEGGI ANCHE >>> Delusione Italia, la reazione di Mancini al novantesimo

«Il problema è lì, anche perché i difensori non hanno sbagliato nulla. Mancini ha responsabilità: se Bonucci continua a fare quei lanci vuol dire che qualcuno gli ha detto di farli, altrimenti sarebbe da togliere dalla Nazionale – aggiunge Focolari nella sua analisi – Jorginho, poi, in questo momento è inguardabile. Il 50% delle responsabilità è di Mancini, il restante 50% ai giocatori. Chiesa e Insigne potevano fare gol, ma non siamo mai riusciti ad inquadrare la porta dell’Irlanda del Nord”.