Juventus, così non va | “Il più sopravvalutato della storia”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:48

La Juventus pare in caduta libera, soprattutto a centrocampo fa molta fatica così come la difesa: l’attacco ai singoli bianconeri

La Juventus è nona in campionato, con 15 punti in 11 partite e un distacco dalla vetta che dice già addirittura 16 punti, quelli che la separano da Milan e Napoli ieri ancora vittoriose. I bianconeri sono stati agganciati ieri anche dall’Empoli che ha conquistato i tre punti in casa del Sassuolo.

agnelli allegri juventus rabiot
Allegri e Allegri © LaPresse

Massimiliano Allegri per ora non è riuscito a dare compattezza e solidità alla sua squadra. La serie di vittorie consecutive per 1-0, arrivate pur non giocando bene, ha un po’ illuso tutto l’ambiente che ora è tornato prepotentemente nella bufera. Prima la sconfitta contro il Sassuolo in casa, poi quella in casa del Verona di uno scatenato Simeone. La Juve fa difficoltà più o meno in tutti i reparti, dalla difesa al centrocampo l’attacco. Allegri ha deciso di portare tutti in ritiro fino a sabato, giorno del match con la Fiorentina.

Juventus, Focolari attacca Rabiot: “Il più sopravvalutato della storia”

agnelli allegri juventus rabiot
Rabiot © LaPresse

A non funzionare sono tante cose. L’attacco ha poche alternative, con Morata che fa tanto lavoro sporco, gioca spesso esternamente, libera spazi ma l’area è sempre costantemente vuota. L’unico centrocampista a inserirsi è McKennie, che non a caso ha fatto gol col Verona, ma non è titolare. In difesa, invece, de Ligt si è bloccato nella sua crescita, e la Juve si affida ancora a Chiellini, 37enne. Anche Rabiot in questi giorni è molto bersagliato, dal momento che il suo percorso in bianconero sembra arrivato a un punto morto.

“Secondo me, Rabiot è il giocatore più sopravvalutato della storia del calcio. Non ti dà nulla. Il centrocampo della Juventus che ha iniziato la partita contro il Verona, è una cosa che non sta né in cielo né in terra“, commenta Furio Fucolari. L’opinionista di ‘Radio Radio’ poi continua: “Allegri ci mette del suo. Portare avanti Chiellini è un errore, de Ligt è sparito dai radar. Giocano lui e Bonucci, che sta facendo la stessa fine del capitano”.