Thuram sul razzismo: “Anche il non inginocchiarsi è un atto politico”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:51

Lilian Thuram, ex difensore della Juventus e del Barcellona, ha parlato della tematica del razzismo e dell’inginocchiarsi prima delle partite, tema caldissimo ad Euro 2020

Lilian Thuram parla di razzismo
Lilian Thuram ©Getty Images

Intervenuto ai microfoni di Propaganda Live, trasmissione di ‘La7’, è intervenuto Lilian Thuram, ex calciatore ed ora attivista contro le discriminazioni di ogni tipo. L’ex giocatore di Juventus e Barcellona ha parlato del tema dell’inginocchiarsi, uno dei leitmotiv di Euro 2020: “Bisogna ripetere ai giocatori che il fatto di non mettersi in ginocchio è un atto politico, quando non lo fai vuol dire che non ti frega la battaglia contro l’ingiustizia. Per esempio a me piace molto il capitano del Liverpool che lui dice che bisogna inginocchiarsi per far riflettere, in Italia e in Francia non hanno questo coraggio. Loro pensano che, senza fare niente, sono neutrali. Se ci sono dei giocatori che devono mettersi in ginocchio sono gli italiani dove ci sono spesso problemi di razzismo. Io credo che bisogna smettere con questa ipocrisia, i giocatori bianchi hanno un potere incredibile per far cambiare le menti”.