Italia-Svezia U21, indagine ufficiale dell’Uefa dopo le accuse di razzismo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:59

L’Uefa ha aperto ufficialmente un’indagine sul caso razzismo di Italia-Svezia Under 21: il comunicato dell’organo istituzionale europeo

Italia Svezia Uefa ufficiale
Ceferin, presidente UEFA ©️ Getty Images

L’Uefa ha deciso di intervenire sul caso scoppiato in Italia-Svezia U21. La Federcalcio svedese aveva accusato un giocatore degli azzurrini – senza fare nomi – di aver lanciato alcuni insulti razzisti all’attaccante degli ospiti Elanga. Subito era arrivata la risposta da parte della FIGC: “Smentiamo nella maniera più assoluta che un calciatore della Nazionale Under 21, durante la gara Italia-Svezia, abbia espresso offese a sfondo razzista nei confronti di un avversario. Episodio che, tra l’altro, da quanto ci risulta non è stato riscontrato dagli ufficiali di gara o dal delegato Uefa”.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

LEGGI ANCHE>>> Manchester City, Sterling annuncia l’addio e snobba l’Italia 

Ma l’organo istituzionale europeo vuole approfondire la questione e ha aperto ufficialmente un’indagine per vederci chiaro. Di seguito il comunicato: “In conformità con l’articolo 31(4) del Regolamento Disciplinare UEFA, un ispettore etico e Disciplinare UEFA è stato nominato per condurre un’indagine disciplinare sugli incidenti che si sarebbero verificati durante la partita di qualificazione del Campionato Europeo UEFA Under 21 2023 tra Italia e Svezia giocata il 12 ottobre 2021. Informazioni in merito saranno rese disponibili a tempo debito”.