PAGELLE E TABELLINO ATALANTA-MILAN 2-3: Tonali-Leao totali! Freuler bocciato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:40

Pagelle e tabellino di Atalanta-Milan, match valido per la settima giornata di Serie A

Per avere aggiornamenti in TEMPO REALE sulle ultime di CALCIOMERCATO, ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM!

Rafael Leao pagelle atalanta milan
Leao © Getty Images

 

Ecco le pagelle di Atalanta-Milan:

ATALANTA
Musso 6 – Può poco in occasione dei gol subiti. Si supera su Saelemaekers, perdendo però il duello a distanza con Maignan.

Djimsiti 5,5 – E’ attento dietro, di testa le prende praticamente tutte. Ha poche colpe sui primi due gol rossoneri. Sul terzo va in bambola tutta la difesa.

Demiral 6,5 – Provvidenziale su Rebic lanciato a rete. E’ sicuramente il migliore della retroguardia bergamasca.Dal 45′ Koopmeiners 6 – Con il suo ingresso migliora la qualità della manovra offensiva dell’Atalanta

Palomino  5 – Il gol di Calabria è anche colpa sua, migliora con l’andare della partita, con buoni interventi come quello su tiro di Calabria. Il gol di Leao fa calare il voto anche a lui

Zappacosta 6 – Ci prova con il sinistro ma Maignan è attento. Spinge costantemente, anche se non sempre con qualità, sulla fascia

de Roon 5 – Appare nervoso, soprattutto dopo il cartellino giallo. Fatica ad imporre la propria fisicità.

Freuler 4,5 – Si fa soffiare il pallone da Tonali come un principiante. La partita inevitabilmente è macchiata pesantemente. Dall’86’ Pasalic 7 – Un pallone toccato che butta dentro

Maehle 5 – Si perde Calabria in occasione del primo gol del Milan. Fa davvero poco per rimediare ad un errore arrivato dopo pochi secondi. Dal 56′ Ilicic 6 – L’ex Palermo è quello che entra meglio in campo. Ritmi bassi ma c’è sempre tanta qualità sul suo mancino

Malinovskyi 6 – Non è il Malinovskyi ammirato a San Siro ma dal suo mancino nascono tante buon occasioni per l’Atalanta. Dal 56′ Muriel 5 – Il suo ingresso in campo non porta frutti. Si piazza a sinistra senza tante fortune

Pessina 6 – 24 minuti di buon livello per il centrocampista italiano che gioca semplice ma quando accelera mette in difficoltà la difesa rossonera. Dal 24′ Pezzella 5 – Si piazza a sinistra facendo l’esterno classico senza riuscire ad incidere.

Zapata 7 – Fa a sportellate con Kjaer, vincendo spesso il duello. Gioca di sponda, solo un super Maignan gli nega la gioia del goal. Dal dischetto è freddo e non sbaglia. Lotta fino alla fine, regalando l’assist a Pasalic.

All. Gasperini 5 – Perde ampiamente la sfida a distanza con Pioli. Non riesce a prendere le misure su Theo e in avanti la sua Atalanta è meno pericolosa del solito

MILAN
Maignan 7 – Nel corso del primo tempo si supera prima su Zappacosta e poi su colpo di testa di Zapata. Nel finale perde il duello dal dischetto con il colombiano

Calabria 7 – La partita si sblocca con una sua incursione da vera ala, poi pensa più a difendere e lo fa bene. Nel secondo tempo si riaffaccia una sola volta in avanti è torna pericoloso.

Tomori 7,5 – Il recupero su Pessina è da grande difensore. Praticamente perfetto per tutta la gara, come ormai gli capita da tanto tempo.

Kjaer 7 – Soffre Zapata, come è normale che sia, ma tiene con l’esperienza nel primo tempo. Nel secondo domina dietro come solo lui sa fare.

Theo Hernandez 7,5 – Spacca la partita, facendo la differenza entrando dentro il campo. Il primo gol del match, di Davide Calabria, è gran parte merito suo, così come quello di Leao.

Tonali 7,5 – Sempre più dominante il centrocampista italiano. Sa far proprio tutto: nel gol del 2-0 c’è tanta tecnica, sangue freddo e cuore caldo. Inspiegabile la sua mancata convocazione in Nazionale. Dal 79′ Bennacer s.v.

Kessie 7 – Finalmente un match all’altezza del vero Kessie. Domina fisicamente, strappa palloni agli avversari ed è lucido in fase di impostazione

Saelemaekers 6,5 – Si muove tanto, come fa sempre. E’ meno lucido del solito e di testa davanti a Musso avrebbe potuto fare sicuramente di più. Resta, comunque, troppo prezioso per il Milan di Pioli.

Brahim Diaz 6,5 – Partita di sacrificio per lo spagnolo. Tante buone giocate di qualità nel primo tempo. Nel secondo finisce la benzina ma non perde la testa. Dal 73′ Messias 6 – Pochi secondi per metterci lo zampino: il gol parte dai suoi piedi. Poi causa il rigore per un tocco col braccio

Leao 7,5 – Partita di maturità del portoghese che resta fino alla fine in partita. Quando accende il motore non lo ferma davvero nessuno. Sa anche quando giocare semplice. Nel finale fa un gol da vero bomber.

Rebic 6 – Partita meno buona rispetto al solito. Stasera gli manca spesso l’ultima giocata ma è sempre al servizio della squadra, non mollando mai.

All. Pioli 8 – Theo Hernandez dentro al campo, costantemente, fa tanto male all’Atalanta. La vittoria è tutta sua, anche con l’inserimento di Kessie dal primo minuto. Lo avrebbero fatto in pochi e l’ivoriano lo ripaga.

Di Bello 5,5 – Una gestione dei cartellini discutibile. Ha bisogno del VAR per assegnare il rigore all’Atalanta. Il secondo gol dei bergamaschi sembra viziato da un fallo di Zapata

TABELLINO
ATALANTA-MILAN 2-3

ATALANTA (3-4-2-1): Musso; Djimsiti, Demiral, Palomino; Zappacosta, de Roon, Freuler, Mæhle; Malinovskyi, Pessina; Zapata. A disp.: Rossi, Sportiello; Lovato, Pezzella, Scalvini; Iličić, Koopmeiners, Miranchuk, Pašalić; Muriel, Piccoli. All.: Gasperini.

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Tomori, Kjær, Hernández; Tonali, Kessie; Saelemaekers, Díaz, Leão; Rebić. A disp.: Jungdal, Tătărușanu; Ballo-Touré, Conti, Gabbia, Kalulu, Romagnoli; Bennacer, Castillejo, Messias; Maldini, Pellegri. All.: Pioli.

Arbitro: Di Bello di Brindisi.
GOL: 1′ Calabria (M), 44′ Tonali (M), 78′ Leao (M), Zapata su rigore (A), 93′ Pasalic (A)
AMMONITI: 41′ De Roon (A), 42′ Brahim (M), 52′ Tomori (M), 84′ Messias (M), 87′ Leao (M)
ESPULSI: