PAGELLE E TABELLINO ZORYA-ROMA: Mourinho in scioltezza, Cristante non al top

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:32

Pagelle e tabellino di Zorya-Roma, match valido per la seconda giornata della fase a gironi della Uefa Conference League 2021/22

mourinho roma zorya conference league
Mourinho © Getty Images

ZORYA

Matsapura 6: parecchio sollecitato stasera, ma risponde sempre presente in maniera attenta e reattiva. Sul gol di El Shaarawy ha avuto paura di far fallo, ha preso il gol ma comunque il migliore dei suoi. Poi sugli altri non può nulla.

Favorov 4,5: sul gol di El Shaarawy si addormenta totalmente tenendolo in gioco. Un errore abbastanza grave quanto pesante. Anche sul 2-0 ha qualche colpa. Dal 92′ Owusu sv

Cvek 5,5: in velocità deve farsi il segno della croce, quando deve usare il fisico per chiudere va meglio. Comunque serata di apprensione, che numericamente non va così male. Un po’ moscio sul gol di Abraham.

Imerekov 5: serata non semplice neanche per lui, nel primo tempo balla parecchio e non riesce a dialogare col compagno di reparto.

Khomchenovskyy 5,5: tra i più positivi dei suoi. Si percepisce che è il capitano, da qualche corsa in più ma anche da un’eleganza e intelligenza superiori rispetto ai compagni. Fa entrambe le fasi con discreta qualità.

Nazaryna 5: sfasato, sbaglia parecchi palloni. Anche quelli non difficili, normale che con poca precisione in palleggio concedi tante volte il contropiede.

Buletsa 5,5: è forse l’unico che a centrocampo cerca di mettersi un po’ più di qualità, ma dura molto poco. Dal 69′ Cristian 5: non si vede.

Kochergin 5: a volte egoista, cerca poco i compagni e finisce per perdere tanti possessi costringendo i compagni a correre indietro. Non coinvolto.

Sayyadmanesh 6: l’impegno c’è, non sarebbe neanche male a livello tecnico perché applica tutto a una discreta velocità. Il suo problema è che sbaglia quasi tutte le ultime scelte, non un dettaglio. Quandi arriva negli ultimi metri pasticcia. Dal 69′ Zahedi 6: anche lui ci mette anima e corpo, è grintoso e cerca di suonare la carica.

Gromov 5: non trova quasi mai la porta, così come non riesce a saltare il diretto avversario le poche volte che può puntare la difesa. Si perde completamente Smalling sul 2-0. Dal 92′ Snurnitsyn sv

Kabaiev 5: esce molto dall’area, cerca spesso il tiro da fuori ma anche lui non riesce a occupare l’area quando serve. Difetta parecchio in precisione in fase di rifinitura.

All.: Skrypnyk 5,5: l’impressione è che potesse fare poco altro davvero. La qualità dei giocatori a disposizione è quella, pur essendo arrivata diverse volte a provare a far male, quindi le indicazioni che arrivano sono comunque positive.

ROMA

Rui Patricio 6: non si ricordano grandi parate del portoghese, se non qualche uscita.

Ibanez 6: gioca da terzino destro, un ruolo che Mourinho sta provando ad affibbiargli in situazioni di emergenza come queste. Dalla sua parte è tutto abbastanza tranquillo, il suo compito è uello di non subire gli uno contro uno e restare coperto.

Smalling 6,5: ritrova la maglia da titolare e ritrova pure il gol, appostato al posto giusto al momento giusto oltre che completamente dimenticato. Una prova abbastanza tranquilla perché gli avversari riempiono poco e niente l’area. Qualche minima apprensione in un paio di situazioni, ma tutto ok.

Kumbulla 5,5: è uno di quelli che vuole dimostrare di poter essere un’opzione valida. Ci mette impegno e tigna, ma è ancora frettoloso e ‘ansioso’ in alcuni interventi. Rischia molto sul fallo di Zahedi, a un passo dal rigore. Bastava temporeggiare, deve essere un po’ più lucido.

Calafiori 6,5: altra buona prestazione per il 2002, che piano piano sembra stia avendo più fiducia nei propri mezzi. Per Mourinho è questo che gli manca, solo giocando può conquistarlo. Più qualitativo e lucido nelle giocate. Salva sulla linea nel recupero risparmiando a tutti una bella lavata di capo nello spogliatoio.

Cristante 5,5: nel primo tempo sembra in affanno, perde parecchi palloni, sbaglia appoggi confermando una forma non proprio top. Poi ricapitola le idee e regge bene, ma è una fase di appannamento.

Darboe 6,5: lui invece parte subito sull’acceleratore, firma il buonissimo assist per El Shaarawy ma si dimostra molto dinamico e nel vivo nel resto della partita. Va anche vicino al gol con una bella giocata. Dal 70′ Diawara 6: tiene sotto controllo la situazione senza affanni.

Carles Perez 5,5: non proprio una partita indimenticabile in realtà, nonostante l’avversario abbastanza morbido. Di spunti non ne offre granché, non è che faccia le fiamme per cercare qualche giocata. Dal 62′ Zaniolo 6: subito vivace, quanto meno più voglioso rispetto al compagno.

Pellegrini 6,5: partita d’ordine, facendo le cose giuste senza comunque strafare. Qualità, quantità, tutto al posto giusto. Decisivo anche nei gol. Dal 78′ Villar sv

El Shaarawy 7: appare subito il più carico della Roma, cerca continuamente il tiro e lo trova. Si muove, segna, cerca lo smarcamento e si propone. Si vede che sta bene e vuole continuare a sentirsi così. Dal 78′ Mayoral 6: Mourinho gli concede qualche minuto a partita acquisita, non granché. Lui un po’ si intestardisce, non è comunque facile entrare solo così.

Shomurodov 6: anche lui è parte in palla, va a prendersi palla basso, girandosi con qualità e facendo saltare la pressione avversaria. A livello tattico è può essere il vero grimaldello di Mourinho, ma gli manca il gol e la giocata che ci si aspetta da lui. Dal 62′ Abraham 6,5: la differenza di sostanza si sente con tutti gli altri giocatori in campo. Gli basta pochissimo per entrare nel tabellino, con relativa facilità.

All.: Mourinho 6,5: subisce diverse occasioni da parte dello Zorya, anche se la Roma resta sempre in controllo della partita nonostante il solo gol di vantaggio. Poi la chiude in un paio di minuti e quasi ipoteca il passaggio de turno. Gli avversari sono poco allenanti.

Arbitro: Godinho 6: serata di sostanziale relax perché la partita è corretta, con poche interruzioni e zero tensioni.

Il tabellino di Zorya-Roma

Marcatori: 7′ El Shaarawy, 66′ Smalling, 68′ Abraham

Ammoniti: Rui Patricio (R), Kumbulla (R)

ZORYA (4-4-2): Matsapura; Favorov, Cvek, Imerekov, Khomchenovskyy; Nazaryna, Buletsa, Kochergin; Sayyadmanesh, Gromov, Kabaiev.
A disposizione: Zhylkin, Snurnitsyn, Lunov, Cristian, Gladkyy, Zahedi, Alefirenko, Owusu. All.: Skrypnyk.

ROMA (4-2-3-1): Rui Patricio; Ibanez, Smalling, Kumbulla, Calafiori; Cristante, Darboe; Carles Perez, Pellegrini, El Shaarawy; Shomurodov.
A disposizione: Fuzato, Mancini, Vina, Reynolds, Villar, Diawara, Zaniolo, Mkhitaryan, Mayoral, Zalewski, Abraham.
All.: Mourinho

Arbitro: Godinho Guardalinee: Teixeira e Almeida IV uomo: Narciso