PAGELLE E TABELLINO NAPOLI-SPARTAK: Di Lorenzo il migliore, disastro Malcuit

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:52

Il Napoli scende in campo contro lo Spartak Mosca per la seconda giornata del girone di Europa League

Di Lorenzo tra i migliori in Napoli-Spartak
Di Lorenzo @GettyImages

PAGELLE NAPOLI

Meret 6 – Un solo intervento nel finale di primo tempo, poi osserva i compagni spazzare. Non può nulla sul gol di Promes né su quello di Ignatov. Incolpevole anche nel finale

Di Lorenzo 7.5 – Parte a destra, solca la fascia con estrema pericolosità. Si sposta a sinistra dopo l’espulsione di Mario Rui e continua a fare una gran partita, con una chiusura pazzesca su Sobolev dopo 20 minuti della ripresa. L’ultimo a mollare, anche con l’assist decisivo per il 2-3

Manolas 5.5 – Qualche errore di troppo quando si tratta di anticipare ed impostare. Nella ripresa, si fa saltare e fa infuriare Spalletti. Non trova il riscatto con il 2-1 per un fuorigioco di centimetri

Koulibaly 6 – Preciso come sempre, chiude la porta in faccia agli attaccanti dello Spartak, sfortunato nella deviazione sul gol di Promes. Leader fino agli ultimi minuti, responsabile solo parzialmente sull’1-3

Mario Rui 5 – Fino all’espulsione, gioca una buonissima gara, pericoloso con i suoi tocchi in area. Poi, il fallo evitabile su Moses che rovina la sua gara e condiziona il Napoli

Elmas 6 – 13 secondi per metterla dentro: poi, una gara a cercare di stringere gli spazi allo Spartak e ripartire. Operazione più complessa dopo l’inferiorità numerica (82′ Ounas sv)

Fabian 5.5 – Ancora una buona gara da play: smista il più rapidamente possibile il pallone e si fa sentire a ridosso delle due aree di rigore. Soffre di più nella ripresa

Zielinski 5.5 – Si abbassa nel suo raggio d’azione, gioca una gara sufficiente, macchiata da un gol clamorosamente sbagliato a porta vuota (46′ Anguissa 6 – Cerca subito di stringere il campo allo Spartak, guadagna qualche buon pallone e prova a tenere alto il Napoli)

Politano 6 – Giusto che non si veda attribuito un fallo da rigore che non ha commesso. Bravo a tagliare con continuità, ottimo asse con Di Lorenzo. Nella ripresa si vede con qualche buono spunto, nonostante le difficoltà del Napoli (74′ Lozano 4.5 – Si fa notare più per le mancate coperture che per le giocate offensive, anzi riesce a perdere una serie considerevole di palloni)

Petagna 6.5 – Che lottatore! Tiene bassa da solo la difesa dello Spartak, bellissimo vederlo combattere su ogni pallone (46′ Osimhen 7 – Subito cerca di alleggerire la pressione dello Spartak, lottando da solo contro tutta la difesa russa, devastante negli spazi, ci mette ancora una volta la sua firma. Gladiatore)

Insigne 6.5 – Dura poco più di 40 minuti la sua gara, ci mette tantissima qualità, oltre a determinare l’azione del gol azzurro (41′ Malcuit 4 – Non chiude su Moses in occasione del gol di Promes, continua a commettere solo errori, dimostrandosi ancora inadeguato a questi livelli)

All. Spalletti 5.5 – Sbaglia solo nel riporre la sua fiducia in Malcuit. Si sarà ampiamente pentito di non aver schierato Juan Jesus. Perde la gara e complica terribilmente la qualificazione

PAGELLE SPARTAK

Maksimenko 5 – Paperona sul gol iniziale del Napoli, poi qualche buona uscita. Non può nulla su Osimhen

Caufriez 4.5 – Soffre tanto Insigne, soffre molto meno dopo l’espulsione di Mario Rui. Molto difficile il confronto con Osimhen e si fa buttare fuori

Gigot 5 – Petagna lo anticipa, ci mette il fisico: spesso non basta, Osimhen lo devasta a tratti

Dzhikiya 6 – Cerca di chiudere su Politano, qualche sofferenza sui tagli ma si disimpegna meglio dei compagni di reparto

Moses 7 – Poca copertura e tante sgroppate, su una sua fuga arriva l’espulsione di Mario Rui. Nel secondo tempo diventa un fattore, mette in costante difficoltà la catena di destra del Napoli. Determinante per la rimonta e la vittoria

Litvinov 5 – Prova a seguire Zielinski, senza grande successo, soffre l’esordio in Europa League (73′ Ignatov 6.5 – Entra e la mette dentro per il vantaggio russo)

Bakaev 6 – Si perde nel giro-palla del Napoli, poi sali di giri come tutto lo Spartak ed entra sempre nel vivo del gioco (89′ Lomovitski sv)

Umyarov 5.5 – Qualche buona incursione, soffre la catena di destra del Napoli prima di trovare qualche chiusura in più, ma si vede meno dei compagni

Artyon 6 – Si vede solo dopo l’espulsione di Mario Rui, ma senza guizzi fino al finale di match, quando apre per l’1-2 di Ignatov, con una giocata decisiva

Ponce 5 – Ci si accorge poco della sua presenza, soprattutto quando esce dopo lo scontro con Manolas (47′ Sobolev 6.5 – Si muove su tutto il fronte dell’attacco e libera spazi per Promes, pericoloso di testa)

Promes 7 – Il più vivo dell’attacco russo, crea più di un problema a Manolas. Trova il gol del pareggio con una deviazione di Koulibaly e poi anche il gol che chiude la gara

All. Rui Vitoria 6.5 – Mario Rui e Malcuit sono due alleati insperati, vince la partita con coraggio nelle scelte

Arb. Kruzliak – Difficilissima da gestire la gara: tredici ammonizioni (di cui due a Caufriez), un rosso diretto. Nel complesso, ci possono essere poche lamentele per la sua direzione. Giusto togliere un penalty ai russi, giusti anche i rossi.

TABELLINO

RETI: 1′ Elmas, 55′ e 90′ Promes, 80′ Ignatov, 94′ Osimhen

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Elmas (82′ Ounas), Fabian, Zielinski (46′ Anguissa); Politano (74′ Lozano), Petagna (46′ Osimhen), Insigne (41′ Malcuit). A disp. Idasiak, Ospina, Demme, Juan Jesus, Rrahmani, Mertens, Zanoli. All. Spalletti
SPARTAK MOSCA (3-5-2): Maksimenko; Caufriez, Gigot, Dzhikiya; Moses, Litvinov (73′ Ignatov), Bakaev (89′ Lomovitski), Umyarov, Artyon; Ponce (47′ Sobolev), Promes. A disp. Rebrov, Selikhov, Eschenko, Gaponov, Melnikov. All. Rui Vitoria
ARBITRO: Ivan Kruzliak (Slo)
AMMONITI: Ponce (S), Litvinov (S), Sobolev (S), Di Lorenzo (N), Caufriez (S), Koulibaly (N), Ayrton (S), Fabian Ruiz (N), Rui Vitoria (S), Manolas (N), Maksimenko (S), Umyarov (S), Spalletti (N)
ESPULSI: 30′ Mario Rui (N), 82′ Caufriez (S)