Juventus-Sampdoria, Allegri esulta a metà: “Ecco quando torna Dybala”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:00

Allegri sorride a metà: la Juventus vince per la prima volta in casa e trova la seconda vittoria consecutiva, ma perde Dybala

©SkySport

Arriva la tanto attesa prima vittoria in casa della Juventus che permette ai bianconeri di rilassare un po’ i nervi in un momento difficile della stagione. Mercoledì arriva il Chelsea per la Champions League e Allegri perde, però, Dybala.

“Bisognava chiuderla prima, ma siamo contenti perché era la prima vittoria in casa e la seconda consecutiva. Ci prepariamo alla gara di mercoledì con concentrazione, adesso. Dybala? Sicuramente non ci sarà né con il Chelsea, né con il Torino: poi speriamo di averlo dopo la sosta. Fa parte dell’annata, capita a noi e più avanti capiterà a qualcun altro” ha detto Allegri a ‘SkySport’. Ai microfoni di ‘DAZN’, poi, arriva la conferma anche sull’assenza di Morata, che tornerà anche lui dopo la sosta.

LEGGI ANCHE >>> Juventus-Sampdoria, non solo Dybala | Altro Ko per Allegri

Infortunio in Juventus-Sampdoria, Dybala esce in lacrime
Paulo Dybala ©️Getty Images

Allegri esulta a metà: “Ecco quando torna Dybala”

LE ASSENZE – “Dobbiamo essere bravi a giocare queste partite anche con delle assenze. Kulusevski oggi ha fatto bene, può giocare anche in quel ruolo, ma anche la mezzala: deve giocare meno spalle alla porta”.

IL CAMBIO TATTICO – “Quando ho messo dentro Chiellini e Ramsey l’ho fatto perché avevo bisogno di un altro palleggiatore a centrocampo, con la difesa a tre avevamo più ampiezza con i due quinti: non è questione di aver preso gol perché abbiamo cambiato la difesa, ma perché abbiamo perso una palla in uscita e sono stati bravi loro”.

LEGGI ANCHE >>> Problema difesa per Allegri, 20 partite di fila subendo reti per la Juventus

AMBIENTE NON SERENO – “Non so cosa sia successo in questi due anni, in mia assenza: noi stiamo lavorando bene e questa partita dopo venti minuti doveva vederci sul 3-0, abbiamo creato molto di più rispetto alle altre partite. Potevamo e dovevamo chiuderla subito, quindi i cambi li fai prima, dai più respiro, invece no. Le energie mentali sono tante, perché è un momento particolare che va superato. Arriveranno prestazioni diverse, ma non possiamo pensare che la Juventus domini per 90 minuti”.

LEGGI ANCHE >>> PAGELLE e TABELLINO Juventus-Sampdoria | Dybala ‘Joya’ a metà, Candreva non basta

TROPPI GOL SUBITI – “I clean sheet non appartengono più tanto al calcio, su questo bisogna lavorare per cercare di non subire gol. Basta un calcio d’angolo per farci subire, perché siamo disattenti e bisogna lavorare su questo, tenendo la marcatura a uomo: sul primo gol Alex Sandro perde il loro difensore centrale e la marcatura”.