PAGELLE e TABELLINO Inter-Atalanta | Malinovskyi incanta, cuore Barella. Frittata Demiral

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:59

Pagelle e tabellino di Inter-Atalanta, match del ‘Meazza’ valevole per la sesta giornata del campionato di Serie A. Spettacolare pareggio tra Inzaghi e Gasperini

Inter Atalanta Malinovskyi
Malinovskyi protagonista ©Getty Images

Spettacolo tra Inter e Atalanta, gara thriller a San Siro dove succede di tutto. Rimpianto per Inzaghi con il rigore sbagliato da Dimarco, mentre gli uomini di Gasperini sfiorano il colpaccio. Un super Malinovskyi e Toloi rimontano la prodezza di Lautaro Martinez, mentre nella ripresa è il tap-in vincente di Dzeko a fissare sul 2-2 il risultato. Per avere aggiornamenti in TEMPO REALE sulle ultime di CALCIOMERCATO, ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM!

Balla la retroguardia dell’Inter, Calhanoglu delude ancora e viene sostituito. Malinovskyi incanta e con Pessina fa male tra le linee, Demiral la combina grossa con il fallo di mano da rigore non capitalizzato da Dimarco. Handanovic insicuro, Barella cuore pulsante dei nerazzurri di Inzaghi.

LEGGI ANCHE >>> Serie A, Inter-Atalanta 2-2: show a San Siro! Gasperini ferma Inzaghi

Le pagelle di Inter-Atalanta: eurogol Lautaro, Musso si supera. Calhanoglu delude

Inter Atalanta Lautaro Martinez
Lautaro Martinez @Gettu Images

INTER

Handanovic 5,5 – Non irreprensibile sulla conclusione di Malinovskyi nell’azione del raddoppio. Nel secondo tempo si fa trovare invece pronto sullo scatenato fantasista ucraino e Ilicic. Nel finale combina la frittata ma il VAR lo grazia sulla conclusione di Piccoli.

Skriniar 5 – Stavolta scricchiola il muro slovacco. Colpevole sul raddoppio dell’Atalanta quando tiene in gioco Toloi.

De Vrij 5,5 – Fatica a contenere la fisicità di Zapata. Pomeriggio complicato anche per il leader della difesa campione d’Italia.

Bastoni 5,5 – Il salvataggio su Zapata non gli basta per evitare la bocciatura (57′ Dimarco 5 – Determinante sul pareggio di Dzeko. Pesante l’errore dal dischetto: paga il momento decisivo).

Darmian 5,5 – Combina bene in avvio con Barella, poi perde smalto e si rintana nella metà campo interista (57′ Dumfries 5,5 – Potrebbe dare di più alla causa).

Barella 7,5 – Ennesima prova a tutto tondo. Parte forte con l’assist per la volée di Lautaro, macina chilometri in ogni parte del campo. Impegna Musso, palla d’oro anche per Vecino. Cuore pulsante dell’Inter.

Brozovic 6,5 – Un po’ meno brillante rispetto alle ultime uscite. Tocca un’infinità di palloni e la sua gestione in mediana è comunque indispensabile.

Calhanoglu 4,5 – Non parte male, è più volitivo e nel vivo del gioco. Ma si spegne presto e sciupa grossolanamente un paio di ripartenze pericolose per l’Inter. Il pubblico rumoreggia, Inzaghi lo tira fuori ad inizio ripresa (57′ Vecino 6 – Appena entrato va vicino al bersaglio grosso).

Perisic 5,5 – Troppo altalenante sulla sinistra. Dopo un avvio confrontante, fatica a farsi largo.

Lautaro Martinez 7 – Gol d’autore, di pregevole fattura. Oltre all’acrobazia vincente, tante altre giocate che spaccano la difesa ospite. Perde lucidità nella ripresa, sprecando la palla del 2-2 prima del pareggio di Dzeko (81′ Sanchez sv).

Dzeko 6,5 – E’ al posto giusto al momento giusto in occasione del pareggio dell’Inter. Alle volte manca di cattiveria negli ultimi sedici metri, però il lavoro da regista avanzato del bosniaco è sempre molto utile per la manovra interista.

All. Inzaghi 6 – L’Inter parte forte ma si spegne presto nel primo tempo. Per larghi tratti in balia dell’Atalanta, la squadra campione d’Italia riesce comunque a rimetterla in piedi con le unghie. Rimpianto finale con il rigore sciupato da Dimarco.

ATALANTA

Musso 7 – Il compagno albiceleste Lautaro Martinez lo fulmina in avvio. Decisivo sul colpo di testa del neo-entrato Vecino, non basta la sua manona nel 2-2 di Dzeko. Riflessi pronti anche sul tiro-cross di Barella.

Toloi 6,5 – Stenta in avvio, si rifà con gli interessi grazie al perfetto inserimento per la rete del sorpasso.

Palomino 6 – Prima parte da incubo, Lautaro e Dzeko gli sbucano da tutte le parti. Con il passare del tempo trova la bussola. Esce per infortunio (70′ Maehle 6 – Forze fresche nell’ultimo segmento di partita).

Demiral 4 – Sempre ruvido e ‘cattivo’ agonisticamente parlando. Soffre quando deve allagarsi per chiudere su Barella. La combina grossa sul fallo di mano che regala il rigore all’Inter: per sua fortuna Dimarco centra la traversa.

Zappacosta 6 – Diesel sulla destra, quando carbura dà il suo apporto in proiezione offensiva (76′ Pasalic sv).

Freuler 6 – Non disturba Lautaro sulla prodezza del ‘Toro’. In mezzo al campo dà però fosforo e passo.

De Roon 6,5 – Di un soffio a lato la rasoiata prima della rimonta orobica. Gran lavoro in mezzo al campo in entrambe le fasi.

Gosens 5,5 – Non sfreccia come sa fare sulla corsia di competenza. Per una volta non è un fattore a sinistra.

Pessina 6,5 – Continuità da vendere, è l’unico che ci prova in avvio nel momento più difficile. Dinamismo di qualità: fa male tra le linee alla squadra di Inzaghi (62′ Djimsiti 6 – Dà fisicità davanti a Musso).

Malinovskyi 8 – Si prende la scena a modo suo. Sinistro esplosivo e fatato allo stesso tempo che non lascia scampo ad Handanovic. Ci mette lo zampino sul raddoppio di Toloi, prende anche un legno nella ripresa. Palla al piede dà sempre la sensazione di poter fare la differenza (62′ Ilicic 6,5 – Non ai livelli altissimi del compagno, ma sa come gestire la sfera nei momenti caldi della contesa. Handanovic gli sbarra la strada).

Zapata 6,5 – Lavoro sporco ma efficace. Complica la vita a de Vrij, punto di riferimento essenziale per i due trequartisti. Bastoni gli nega la gioia del gol dopo l’intervallo (62′ Piccoli 6 – Subito vivace, il VAR gli strozza l’urlo in gola).

All. Gasperini 6,5 – Gli orobici ai punti meriterebbero la vittoria, però hanno il demerito di non piazzare il colpo del ko nel momento migliore della partita per Malinovskyi e compagni. Può comunque consolarsi: il ‘Gaspe’ ha ritrovato la sua Atalanta.

Arbitro: Maresca 5,5 – Partita rocambolesca, tanti episodi e finale convulso. Gestione assolutamente non facile: ammonisce tanto, sul fallo di mano da rigore di Demiral gli viene in soccorso il VAR.

TABELLINO

Inter-Atalanta 2-2
5′ Lautaro Martinez (I); 30′ Malinovskyi; 38′ Toloi; 71′ Dzeko (I)

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni (57′ Dimarco); Darmian (57′ Dumfries), Barella (91′ Satriano), Brozovic, Calhanoglu (57′ Vecino), Perisic; Dzeko, Lautaro Martinez (81′ Sanchez). A disposizione: Cordaz, Radu, Gagliardini, Kolarov, Ranocchia, D’Ambrosio, Sangalli. Allenatore: Inzaghi

Atalanta (3-4-1-2): Musso; Toloi, Palomino (70′ Maehle), Demiral; Zappacosta (76′ Pasalic), Freuler, De Roon, Gosens; Pessina (62′ Djimsiti), Malinovskyi (62′ Ilicic); Zapata (62′ Piccoli). A disposizione: Rossi, Sportiello, Koopmeiners, Pezzella, Miranchuk, Lovato. Allenatore: Gasperini

Arbitro: Maresca (sez. Firenze)
VAR: Aureliano
Ammoniti: Malinovskyi (A), Bastoni (I), Palomino (A), Zapata (A), Calhanoglu (I), Zappacosta (A), Barella (I), Toloi (I)
Espulsi:
Note: recupero 1′ e 6′; spettatori 36.517