Donnarumma scontento al PSG: “Ecco con chi dovrebbe prendersela”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:19

Dalla Francia piovono critiche su Donnarumma: “È scontento al PSG? Se la dovrebbe prendere con il suo agente”

Donnarumma scontento al PSG: "Ecco con chi dovrebbe prendersela"
Gigio Donnarumma ©️Getty Images

Prima di Lionel Messi Cristiano Ronaldo, questa è stata l’estate di Gianluigi Donnarumma. Il portiere classe ’99 prima ha deciso di non siglare il rinnovo con il Milan, poi ha vinto l’Europeo con la Nazionale da protagonista e, infine, si è trasferito al PSG. Un’estate che vale per tre, quella di ‘Gigio’. Eppure adesso sta vivendo un momento di grande difficoltà, con Pochettino che continua a preferirgli Keylor Navas e la panchina che sta diventando un’abitudine. Dalla Francia, nel frattempo, arrivano nuove critiche per Donnarumma. Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YOUTUBE!

Donnarumma in difficoltà, nuove critiche: “Non dovrebbe prendersela col PSG, ma con Raiola”

Raiola
Mino Raiola © Getty Images

Non è un momento felice per Donnarumma, nonostante i milioni che rimpolpano le sue finanze dopo l’accordo con i parigini. Come rivelato dai giornalisti di ‘Eurosport’: “Non dovrebbe prendersela con il PSG, ma con il suo agente perché ha scelto i soldi e non l’aspetto sportivo”. Una decisione che sarebbe sbagliata, quindi, quella di Mino Raiola per il suo assistito. Qualche rimpianto, poi, considerando le prestazioni del Milan di Stefano Pioli potrebbe anche avercelo. Per avere aggiornamenti in TEMPO REALE sulle ultime di CALCIOMERCATO, ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM!

LEGGI ANCHE >>>CMIT TV | Donnarumma e Calhanoglu, la critica che accomuna gli ex Milan

Le alternative al PSG, però, non erano molte questa estate. È ormai noto l’interessamento della Juventus per il portiere della Nazionale, ma i bianconeri non sono riusciti a trovare una sistemazione per Szczesny per poi virare su ‘Gigio’. E, allora, è stato Leonardo il più rapido a mettere le mani su Donnarumma. Il problema è che sotto la Tour Eiffel c’è un grande portiere come Keylor Navas e Pochettino non si fa influenzare dalle cifre spese dalla propria società per scegliere la formazione. Ora Donnarumma è triste e solamente il campo riuscirà a ridargli il sorriso.