Roma-Udinese, Mourinho: “Espulsione di Pellegrini ridicola. Facciamo riunioni e poi succede questo…”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:28

Mourinho ha parlato in conferenza stampa dopo la vittoria con l’Udinese, particolarmente arrabbiato per il rosso a Pellegrini

Mourinho furioso all’Olimpico ©Getty Images

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube!

La Roma vince 1-0 con l’Udinese (decide il gol di Abraham) una partita molto difficile, ma con un retrogusto amaro che è l’espulsione di Lorenzo Pellegrini, che quindi non ci sarà nel derby di domenica con la Lazio. Mourinho commenta l’episodio in conferenza stampa: “Rosso severo? Tu dici severo, io dico ridicolo. Abbiamo fatto una riunione super educativa con Valeri, che è un arbitro di Roma e non può arbitrarci. Ha spiegato tutto, regolamenti, video, immagini, dubbi, domande, analisi, sono state due ore fantastiche. E poi succede un rosso così. Non posso dire altro, solo usare la parola ridicolo. Il calcio è calcio e sarà sempre calcio, non possiamo cambiarlo in un altro sport senza contatto. Il calcio è uno sport di contatto, al giorno d’oggi è molto chiaro quello che può essere un giallo o un rosso”.

LEGGI ANCHE >>> Roma-Udinese, niente derby per Pellegrini: la ‘reazione’ di Mourinho

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Roma, rinnovo Pellegrini: l’annuncio di Tiago Pinto

Lo ‘Special One’ parla anche della partita: “Abbiamo giocato molto bene per 35 minuti, i primi, con molta qualità con la palla, una grande reazione al recupero della palla, controllo totale del match, l’1-0 era poco. Una qualità globale. Nel secondo tempo abbiamo fatto fatica, con la loro reazione. Abbiamo fatto fatica anche fisicamente, non abbiamo pressato come nel primo tempo, abbiamo sofferto da squadra, abbiamo avuto poche situazioni per chiuderla. Abbiamo sofferto, anche giocando 6-7 minuti con uno in meno e la squadra ha lottato per tre punti molto importanti. Col Verona non abbiamo giocato bene, meglio che nel secondo tempo di oggi ma non bene. Non bisogna poi dimenticare il risultato, la squadra che perde cambia atteggiamento e cerca di cambiare il risultato. E’ anche merito loro, sono tre punti importanti”. E sulla Lazio: “Non l’ho ancora vista. Domani e dopodomani la vedrò molto, fino ad ora ho visto solo gli highlights e 2-3 minuti di partite”.