Inzaghi non pensa allo scudetto: “Ecco il prossimo obiettivo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:24

Inzaghi commenta la vittoria della sua Inter sul campo della Fiorentina. Le parole del tecnico nerazzurro

Inzaghi non pensa allo scudetto: "Ecco il prossimo obiettivo"
Inzaghi a DAZN (screenshot)

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube!

Tris dell’Inter in rimonta sul campo della Fiorentina. I nerazzurri si riportano momentaneamente al primo posto in classifica in attesa di Milan e Napoli. Ecco le dichiarazioni di Simone Inzaghi ai microfoni di ‘DAZN’ nel post partita. Per avere aggiornamenti in TEMPO REALE sulle ultime di CALCIOMERCATO, ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM!

LEGGI ANCHE >>> CM.IT | La sfida Inter-Napoli infiamma il calciomercato: duello a costo zero

MENTALITÀ VINCENTE – “Sono arrivato in un gruppo vincente, che ha appena vinto, qualcosa fortunatamente avevo vinto anche io. Stiamo lavorando, stiamo crescendo, abbiamo avuto un modo inizio di stagione ma possiamo crescere ancora. Nel secondo tempo abbiamo fatto tre gol, potevano essere di più. Ma è una vittoria importante su un campo non semplice”.

SEGNALE DI FORZA – “Gol di testa? Abbiamo degli ottimi colpitori di testa e battitori che sanno calciare bene. Abbiamo struttura e fisicità e dobbiamo sfruttarle nel migliore dei modi. Sono molto soddisfatto soprattutto della reazione dopo essere andati sotto. La squadra non ha perso l’unità e siamo rientrati in campo nei migliori dei modi”.

CAMBI – “Ho la fortuna di avere una rosa molto competitiva. Sanchez è tornato da dieci giorni e sta lavorando molto bene. Perisic da punta ha fatto gol. Cosa ho detto ai ragazzi a fine primo tempo? Che stavamo sbagliando troppo tecnicamente. Gli ho detto di continuare che probabilmente non avrebbero tenuto quel ritmo. Potevamo fare anche più di tre gol”.

SCUDETTO – “Dopo quello che è successo in estate noi dobbiamo continuare il nostro lavoro. Abbiamo perso tre pezzi fondamentali come Lukaku, Hakimi ed Eriksen, ma preso giocatori allo stesso tempo molto importanti. Noi dobbiamo rispondere presenti sul campo, siamo convinti del nostro lavoro. La società è stata molto molto brava e adesso tocca a noi lavorare giorno per giorno. È ancora prestissimo, il prossimo obiettivo è l’Atalanta”.