Spalletti: “Juve? Il nostro riferimento è la storia” | Poi elogia la nuova rivale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:28

Napoli vittorioso sul campo dell’Udinese: le parole del mister partenopeo Luciano Spalletti al termine del match

Luciano Spalletti

“C’erano stati segnali importanti nella trasferta di Leicester, con la squadra che ha iniziato ad aver capito di avere qualità. I calciatori possono determinare con delle giocate, loro fanno la differenza, ma se nelle grandi individualità ci metti anche l’atteggiamento di squadra allora diventa il massimo”. A parlare è Luciano Spalletti, tecnico del Napoli, che ai microfoni di ‘Sky Sport’ si è soffermato sulla vittoria azzurra contro l’Udinese. Il tecnico ha parlato anche della prova di Fabian Ruiz: “Ha fatto girare palla con grande qualità, solo uno della sua classe può farlo e lui può interpretare benissimo questo ruolo”.

Per avere aggiornamenti in TEMPO REALE sulle ultime di CALCIOMERCATO, ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM!

LEGGI ANCHE >>> Serie A, Udinese-Napoli 0-4: Spalletti porta gli azzurri soli in vetta

Sulla fase offensiva e difensiva: “La fase offensiva si connette direttamente con quella difensiva. L’Udinese è arrivata al limite minacciosa diverse volte ad inizio gara e ci siamo abbassati, passati i primi 20 minuti è stato tutto più facile, ma dipende da come gestisci la palla e da come fai correre gli avversari”. Sulla partenza: “Miglior partenza in carriera? Probabilmente in un ambiente come Napoli vedere una squadra che fa un buon calcio ti fa sentire assediato da questo affetto e da questo amore che hanno per la maglia, quello che poi conta è dare seguito. Partire bene è inutile se non riesci a costruirci un lungo periodo di buoni risultati, stasera hanno fatto grande partita, da squadra che sa dove vuole andare, fatta contro una grande squadra. Questa era una gara difficile, anche l’Udinese sarebbe stata prima in caso di vittoria.

Udinese-Napoli, Spalletti elogia la Fiorentina

Napoli © Getty Images

“Scudetto e 10 punti di vantaggio sulla Juventus? Il nostro riferimento non sono le altre squadre, ma la storia del Napoli. Quanto è accaduto in passato, è accaduto che il Napoli lo abbia vinto, il riferimento è quello” ha dichiarato Spalletti nel post-gara. E il tecnico individua una potenziale nuova rivale: “Le squadre che sono con noi in testa sono forti, per il livello top di classifica ci aggiungerei anche la Fiorentina oltre alle altre sette. Sarà un campionato bellissimo e difficilissimo”.