La Juventus stecca ancora, Allegri nel mirino: “Sembra Ciccio Graziani”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:27

La Juventus non riesce a decollare in Serie A. I bianconeri ieri non hanno battuto il Milan e non mancano nuove forti critiche ad Allegri

La Juventus stecca ancora, Allegri nel mirino: "Sembra Ciccio Graziani"
Allegri © Getty Images

La Juventus cerca di rialzarsi, ma non riesce a centrare una vittoria che in Serie A sarebbe fondamentale per morale e classifica. Anche ieri nel big match contro il Milan è arrivato uno scialbo 1-1 che non ha mosso più di tanto la classifica per i bianconeri. O, almeno, non come si aspettavano tifosi e addetti ai lavori. La Vecchia Signora non convince del tutto, né sotto il profilo della qualità e della continuità di gioco, né per quanto riguarda la mentalità sul campo. E non sono mancati momenti di irritazione per Massimiliano Allegri, anche nella serata di ieri. Per avere aggiornamenti in TEMPO REALE sulle ultime di CALCIOMERCATO, ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM!

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juve, svolta imminente per Vlahovic: clausola e deadline

Dopo il gol di Alvaro Morata, infatti, la Juventus non ha mantenuto il vantaggio, ma si è fatta rimontare da Ante Rebic. Subito dopo il match sono proseguite le critiche per i bianconeri che hanno totalizzato solo due punti in quattro partite di Serie A. Un bottino scarno e che induce a puntare il dito verso la gestione di Massimiliano Allegri.

LEGGI ANCHE >>> “Disastro Juventus”: la nuova polemica dopo il Milan

Juventus-Milan e le critiche ad Allegri: “Sembra Ciccio Graziani”

La Juventus stecca ancora, Allegri nel mirino: "Sembra Ciccio Graziani"
Allegri © Getty Images

Nelle ultime ore, anche Paolo Bargiggia si è esposto sull’argomento, puntando il dito proprio contro Allegri. Il noto giornalista, attraverso il suo profilo Twitter, si è esposto con un paragone piuttosto originale per il tecnico toscano: “Allegri come Ciccio Graziani mister di Campioni di lontana memoria: parla solo di ‘cattiveria e palloni che pesano…’. Mai di qualità, movimenti e situazioni offensive. Mi scuserà per il sacrilegio l’amico Ciccio”. Insomma, sono ore di recriminazioni e critiche in casa Juve, ma il campo chiama e i bianconeri sono attesi a una reazione immediata nei prossimi impegni.