Juventus-Milan, Pioli: “Ibrahimovic e Giroud non ci saranno”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:05

Vigilia di Juventus-Milan, il tecnico rossonero Stefano Pioli parla del big match in conferenza stampa: le sue dichiarazioni.

Pioli
Stefano Pioli (screen shot da Youtube)

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube!

Domani sera all’Allianz Stadium il big match tra Juventus e Milan. Rossoneri che vogliono confermare l’ottimo momento di forma in campionato e arrivano a Torino in vetta alla classifica, con otto lunghezze di vantaggio sui bianconeri. Il tecnico milanista Stefano Pioli parla alla vigilia in conferenza stampa, ecco le dichiarazioni principali raccolte da Calciomercato.it.

LEGGI ANCHE >>> Juventus-Milan, Pioli senza pace in attacco: fuori dai titolari

Per avere aggiornamenti in TEMPO REALE sulle ultime di CALCIOMERCATO, ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM!

LIVERPOOL – “Ci siamo scottati. Abbiamo vissuto una situazione dove il livello era al top. Abbiamo fatto fatica, ma anche saputo reagire. C’è ancora differenza, loro hanno messo più qualità e intensità. E’ una partita che ci aiuterà. Abbiamo sofferto fino al rigore, poi c’è stato più equilibrio, i particolari fanno la differenza. Se riusciamo a fare sempre quello che abbiamo fatto sui due gol, possiamo battere chiunque”.

JUVENTUS – “Era difficile aspettarseli con un solo punto. Ma hanno avuto tante difficoltà con i nazionali e non solo. Ritrovo Allegri che è un grande allenatore, non siamo noi i favoriti, loro hanno grandi campioni”.

IBRAHIMOVIC E GIROUD – “Ibra non è migliorato, non ci sarà. Vorrebbe essere Superman, ma non lo è. Out anche Giroud per una lombalgia. Ci concentriamo sulle risorse che abbiamo”.

SCUDETTO – “Ci sentiamo forti, ma l’asticella si è alzata. Ci sono sette squadre molto vicine, domani proveremo ad essere migliori della Juve”.

MAIGNAN – Donnarumma ci ha dato tanto, ma ora abbiamo un altro grande portiere. Maignan mi piace per come affronta il lavoro quotidiano e per la sua curiosità”.

PELLEGRI E MESSIAS – “Pellegri sta bene, il suo momento potrebbe essere già domani. Ha un bell’atteggiamento, mi piace. Per Messias bisogna ancora aspettare, è un peccato”.

ROMAGNOLI – “Il suo agente fa il suo lavoro, io il mio. E’ un grande difensore e sono contento di allenarlo”.

ALLEGRI E LA JUVENTUS – “Dice che la partita è più importante per noi che per loro? Io credo che sia una sfida importante per entrambe le squadre. Mi aspetto una Juve che venga ad aggredirci, ma tutto può succedere. Se li facciamo avvicinare troppo, corriamo dei rischi. Come si battono? Curando l’attenzione ai particolari. I duelli saranno fondamentali, vogliamo dimostrare di essere cresciuti e di dominare le partite”.

Pioli risponde a Calciomercato.it sull’intesa Rebic-Theo migliore di quella tra Leao-Theo – “E’ vero, Rebic ha tempi migliori nelle giocate di sponda ma Rebic e Leao sono due giocatori diversi, il portoghese è più calciatore da uno contro uno. Sulla fascia sinistra siamo molto pericolosi, l’intesa sta migliorando. L’importante è che Rafa stia dentro la partita, continuando la sua crescita coma sta dimostrando in questa stagione. Domani non credo che giocherà Cuadrado terzino ma Danilo“.